Ocean's Cake

Ocean’s Cake

Dopo qualche giorno di assenza dai social, rieccomi! E torno condividendo con voi la torta che ho realizzato per il primo anno di Stefano.
La mamma aveva visto una torta a più piani avente come tema l’oceano, e questa la mia versione della “Torta Oceano”.
Due piani di deliziosa Madeira Cake, una una delle basi migliori per modellarla nelle forme più particolari e decorarla poi con la pasta di zucchero perché non si sbriciola grazie alla sua consistenza più compatta. A completare la torta, una farcia golosa al mascarpone e panna, e decori realizzati in pasta di zucchero e cristalli di zucchero per l’effetto acqua.

Ocean's Cake
Ocean’s Cake

Ingredienti per la Madeira Cake

Per una teglia da 26 cm

  • 500 gr farina
  • 8 gr di lievito
  • 400 gr burro morbido
  • 400 gr zucchero
  • 7 uova medie
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Per una teglia da 20 cm

  • 350 g di farina
  • 8 gr di lievito per dolci
  • 250 g di burro morbido
  • 250 g di zucchero
  • 4 uova
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Ingredienti per la crema

  • 500 gr di mascarpone
  • 200 gr di ricotta di mucca
  • 500 ml di panna fresca
  • 150 gr di zucchero

Ingredienti per la crema al burro (buttercream)

  • 150 g di burro
    50 g di margarina
    350 g di zucchero a velo
    3 cucchiai di latte

Ingredienti per la bagna alla vaniglia

  • 1 litro di acqua
  • 300 gr di zucchero semolato
  • 1 stecca di vaniglia
  • scorza di mezzo limone
  • scorza di mezza arancia
  • liquore a piacere e facoltativo

Ocean's Cake
Ocean’s Cake

Procedimento per la Madeira Cake

  1. Preriscaldare il forno a 160 °C. Ungere la teglia alta e foderate la base e i lati con carta oleata. Ungere la carta.
  2. In una terrina setacciare la farina e il lievito, aggiungere il burro a pomata, lo zucchero, le uova e il succo di limone. Amalgamare bene gli ingredienti con un cucchiaio di legno e sbattere il composto per 2 minuti circa, fino a renderlo morbido e brillante.
  3. Versare nella teglia e levigare la superficie.
  4. Cuocere nella parte centrale del forno, modalità statica (o programma “dolce” per i forni con impostazione programmi).
  5. Per verificare la cottura della torta, fare una leggera pressione nel centro della torta: la consistenza dovrà essere tipo “materasso”. Suggerisco sempre anche la prova stecchino.
  6. Per la torta da 26 cm di diametro: tempo di cottura 1 ore e 50 minuti
  7. Per la torta da 20 cm di diametro: tempo di cottura 1 ora e 30 minuti
  8. Lasciar riposare la torta nella teglia per 5 minuti e sformare sulla gratella, rimuovendo, poi, la carta oleata.
  9. Lasciar raffreddare completamente prima di iniziare la decorazione.

La torta tende a formare dei rigonfiamenti e a spaccarsi al centro: per ottenere una superficie piatta da glassare e/o decorare, bisognerà tagliare la parte superiore con un coltello affilato e, se necessario, capovolgere in modo da avere un profilo migliore. Tagliare la torta e farcirla con crema a piacere.

E’ sempre meglio rivestire la torta con crema al burro, o una ganache, o della confettura di albicocche così da isolare l’umidità della crema dalla pasta di zucchero, quindi porre in frigo per un’ora o, meglio ancora, per tutta la notte.

Se si desidera bagnare la torta prima di farcire con la crema, lasciar riposare le basi per circa trenta minuti, in modo che la torta assorba la bagna prima di procedete con la farcitura. La Madeira Cake non deve essere bagnata eccessivamente perché è già di per sé umida e cremosa.

Procedimento per la bagna

  1. Far bollire gli ingredienti per 30 minuti, tranne il liquore (se lo si usa) perché evaporando si perderebbe.
  2. Lasciar raffreddare lo sciroppo ottenuto in un contenitore chiuso ermeticamente.
  3. Una volta freddo, filtrarlo e aggiungere il liquore e versare in una bottiglia di vetro
  4. Agitare bene e conservare al massimo per una settimana.

Ocean's Cake
Ocean’s Cake

Procedimento per la crema al burro

  1. Scaldare il latte in un pentolino.
  2. Versare nella planetaria lo zucchero a velo setacciato, il burro ammorbidito e la margarina. Versare a filo il latte tiepido nella planetaria fino a che lo zucchero non si amalgama con la margarina e il burro.
  3. Montare alla massima velocità per un paio di minuti.

La crema al burro (buttercream) è una delle preparazioni ideali per ”stuccare” la torta, la più usata dagli americani.
Abbastanza facile da stendere, isola bene le basi, e nel frigo si compatta e rende più facile lisciare la pdz, evitando di farla trasudare. Bisogna far attenzione però a stenderla bene altrimenti possono presentarsi irregolarità una volta rappresa.Il sapore è molto dolce e può risultare eccessivo, quindi consiglio di stenderne un velo sottile, senza eccedere.

Procedimento della crema per la farcia

  1. Montare la panna ben ferma.
  2. In altra ciotola mescolare il mascarpone con la ricotta e lavorare con le fruste elettriche.
  3. Aggiungere lo zucchero ed infine la panna montata.
  4. Conservare coperta in frigorifero fino al momento dell’utilizzo.

Ora non bisogna far altro che assemblare la torta, e dare libero sfogo alla propria fantasia per realizzare le decorazioni in pasta di zucchero con cui rivestire e completare la torta.

Ocean's Cake
Ocean’s Cake

 

8 Commenti

  1. Bellissima…complimenti!!!

  2. Caspita ma è meravigliosa!!!! Le torte e la farcia sono molto golose, ma i colori e la decorazione lasciano senza parole!
    Bravissima 🙂

    • Sabrina Pignataro

      Dany, ciao!!!!
      Sei gentilissima, grazie mille!! Le tue parole mi riempiono di soddisfazione e gioia!!
      Ti abbraccio forte

  3. io non amo per niente la pasta da zucchero per cui non la mangerei e non mi piace il cake design, per cui non mi cimenterei mai a cercare di realizzare una torta simile, riuscirei a produrre solo mostruosità, ma tu cara mia hai realizzato un capolavoro! Chissà quel bimbo la faccia che avrà fatto, sarà stato felicissimo. Moltissimi complimenti di cuore!

    • Simo, grazie mille!!!! Se devo esser sincera, la pasta di zucchero non mi entusiasma, è la scanso sempre. C’è da dire però che scenograficamente rende molto! Certo, ancora tanto avrei da studiare su quest’arte, ma per il momento va bene così 😉
      Un abbraccio grande

  4. Cara Sabrina, vedo una bellissima torta per bambini, sai in questi casi io mi trasformo in un bambino!
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio.
    Tomaso

    • Sabrina Pignataro

      Ciao Tomaso,
      davanti ad un dolce si torna un pò tutti bambini, soprattutto i più golosi come me!!
      Un abbraccio grande grande

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.