Crostata frangipane allo zibibbo (senza burro e senza zucchero)

Crostata frangipane allo zibibbo (senza burro e senza zucchero)

Visto il successo riscosso dalla crostata frangipane in casa mia, e vista la grande richiesta ricevuta dallo gnomolo (e non solo da lui), mi cimento in nuovi accostamenti di sapori per nuove versioni.

Quella che vi propongo oggi, è una profumatissima crostata frangipane aromatizzata allo zibibbo, il dolce vino che tanto piace!

La crostata con crema frangipane è un dolce dalla consistenza unica e friabile, ideale come pausa pomeridiana dolce, da accompagnare ad un buon tè, o per un addolcire la pausa caffè, o per completare in tutta dolcezza un pasto in famiglia o tra amici.

Un guscio di friabile frolla aromatizzata allo zibibbo, racchiude una deliziosa crema frangipane realizza con farina di mandorle, dal sapore e profumo unico arricchito anch’essa da delizioso zibibbo! Inoltre sia la frolla che la crema frangipane sono state realizzate senza burro e senza zucchero: al posto di quest’ultimo ho utilizzato del Dolcedì Rigoni di Asiago, ovvero un estratto da mele provenienti esclusivamente da coltivazioni biologiche, uno zucchero naturale “speciale” che offre numerosi vantaggi rispetto a quello tradizionale e ai dolcificanti sintetici. Per completare la crostata, tra la frolla friabile e la crema frangipane morbida e profumata, un delizioso strato di Fiordifrutta more di rovo Rigoni di Asiago che con il suo sapore delicato, acidulo e aromatico, si sposa perfettamente con la crema e va a sigillare il tutto.

Crostata frangipane allo zibibbo (senza burro e senza zucchero)
Crostata frangipane allo zibibbo (senza burro e senza zucchero)

Ingredienti per la frolla senza burro

Stampo  Ø 20cm

  • 150 gr di farina 00
  • 2 cucchiai di Dolcedì
  • 1 cucchiaio di farina di mandorle
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di Zibibbo
  • 8 gr di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • 30 gr di olio di oliva (non forte)

Ingredienti per la crema frangipane allo Zibibbo senza burro

Procedimento

  1. Prepariamo la frolla: nella ciotola della planetaria, versare la farina e tutti gli altri ingredienti per la frolla ad esclusione dello Zibibbo che aggiungeremo solo quando gli altri ingredienti iniziano ad amalgamarsi tra loro. Avviare quindi a velocità media con gancio a K e lasciar lavorare fino a formare un impasto liscio ed omogeneo. Avvolgerlo con pellicola trasparente e riporre in frigorifero per circa 1 ora.
    La frolla può esser preparata anche lavorando gli ingredienti a mano e formare il panetto da far sempre riposare in frigorifero.
  2. Prepariamo la crema frangipane: lavorare con una frusta a mano o con la planetaria il Dolcedì con l’uovo. Aggiungere la farina di mandorle ed il latte di mandorle. In ultimo unire lo Zibibbo e amalgamare bene fino ad ottenere un composto cremoso.
  3. Comporre il dolce: stendere la frolla ad uno spessore di mezzo cm circa, non troppo sottile. Rovesciare quindi la pasta frolla sullo stampo e tagliare con un coltello i bordi in eccesso. Bucherellare la base di pasta frolla con una forchetta.
    Riempire la crostata con la Fiordifrutta more di rovo e coprire completamente con la crema frangipane allo Zibibbo. Livellare bene la superficie con un cucchiaio. (Se si preferisce, con la frolla rimasta si possono realizzare dei decori da applicare sulla crema frangipane prima di informare).
    Cuocere in forno già caldo a 180°C per 40-45 minuti (forno statico). Oppure 170°C per 35-40 minuti (forno ventilato).
    Quando la torta sarà cotta, sfornarla e farla raffreddare prima di sformare e servire spolverata con dello zucchero a velo.

Crostata frangipane allo zibibbo (senza burro e senza zucchero)
Crostata frangipane allo zibibbo (senza burro e senza zucchero)

Provate anche la crostata con crema frangipane al cacao, oppure la crostata con crema frangipane, confettura di fragole e fragoline di bosco, e frolla al cacao.

Se provate le mie ricette, condividetele usando #delizieeconfidenze.

7 Commenti

  1. Beh non si può dire che la frangipane non sia una vera delizia. Sai che credo di non aver mai assaggiato lo zibibbo? questa crostata deve essere una bomba

    • Ti svelo un segreto:fino all’anno scorso, l’unico vino liquoroso dolce di cui sentivo di esser dipendente (😂😂😂) era la malvagia. Poi un giorno in un locale non trovandolo il panico. E il ragazzo al bancone mi consigliò lo zibibbo. Fu amore a primo sorso🤣🤣🤣

  2. Cara Sabrina, una crostata come questa mi piacerebbe proprio provarla, deve essere buonissima.
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

  3. Cara Sabrina, una crostata come questa mi piacerebbe proprio provarla, deve essere buonissima.
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

  4. Pingback: Crostata glassata (pasta frolla all'olio) - Delizie & Confidenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.