Crostata salata con crema di ricotta e verdure

Crostata salata con crema di ricotta e verdure (con pasta matta di avena e riso)

Nonostante il mondo esterno sembra essersi fermato, nonostante il Covid-19 ci costringe (ancora) a restare chiusi in casa, il tempo scorre regolarmente: le ore si susseguono, i giorni cambiano, e le settimane passano…. E tra pochissimi giorni sarà comunque Pasqua.

Quest’anno la Pasqua sarà una festività che verrà trascorsa nell’intimità delle proprie mura domestiche, lontani dai propri familiari, ma resta comunque una data da ricordare per il suo significato religioso.

La Rubrica Al Km0 ci propone portate semplici e facili da replicare, per cercare di rendere speciale questo giorno, festeggiando un’insolita Pasqua, con il suo menù “Festeggiando Pasqua e Pasquetta”.

Per la cena di questi giorni di festa ho pensato ad una crostata salata realizzata con un guscio di pasta matta senza glutine, preparata con farina di avena e riso, che accoglie un cremoso ripieno di ricotta e verdure.

La crostata salata si presta ad accogliere diverci ripieni, utilizzando le primizie dell’orto e seguendo la stagionalità dello stesso.

Per la mia crostata ho utilizzato le verdure che il mio orto offre in questo momento, ossia delle puntarelle invernali e qualche ciuffo di scarola. Ma possono esser sostituite da qualsiasi altra verdura si ha a disposizione e/o si preferisce utilizzare.

Le verdure sono state precedentemente sbollentate per poi esser frullate e ridotte in crema insieme alla ricotta, pre ottenere un ripieno liscio ed omogeneo.

Un leggero strato di salsiccia sbriciolata sulla base della crostata che fa da contrasto alla crema, e a decorare e impreziosirne il sapore, dei riccioli di formaggio grattugiato da distribuire in superficie dopo la cottura.

Pochi ingredienti per un risultato dal sapore unico e gustoso, con note più accese e sapide date dalla granella di salsiccia sul fondo.

Una piccola nota sulla pasta matta di avena e riso.

Questa pasta matta ha una consistenza sabbiosa, e tende a sbriciolarsi. Consiglio di lasciarla riposare almeno una mezz’ora in frigorifero prima di procedere all’utilizzo, e lavorarla poi delicatamente con il mattarello, stendendola direttamente su un foglio di carta forno da trasferire poi (con più facilità) nello stampo per la cottura in forno della crostata salata.

Il risultato è una pasta friabile e leggera, con un ripieno cremoso e ricco di sapori.

Ingredienti per la pasta matta senza glutine

Per uno stampo Ø 18-20 cm

  • 200 gr di farina di avena integrale
  • 100 gr di farina di riso
  • 100 ml di vino bianco secco
  • 100 ml di olio di oliva leggero
  • 8 gr di sale fino
  • 1 cucchiaio di acqua all’occorrenza

Ingredienti per il ripieno

  • 250 gr di ricotta mista
  • 200 gr di verdure già lessate
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 2 salsicce
  • 1 scalogno
  • 1 tazzina da caffè di vino bianco secco
  • noce moscata
  • sale
  • 1 tuorlo per spennellare
  • formaggio da grattugiare per completare (io Parmigiano Reggiano stagionato 36 mesi)

Procedimento

  1. Prepariamo la pasta matta:
  2. In una ciotola versare le farine ed il sale, e mescolare tra loro.
  3. In un bricco mescolare l’olio con il vino.
  4. Unire i liquidi alle polveri e iniziare ad impastare fino ad amalgamare bene il tutto.
  5. All’occorrenza aggiungere un cucchiaio di acqua per amalgamare e compattare il tutto ed ottenere un pomposto morbido e liscio.
  6. Avvolgere con della pellicola alimentare, oppure chiudere in un contenitore, e lasciar riposare in frigorifero per al meno 30 minuti.
  7. Trascorso il tempo del riposo, riprendere l’impasto e stenderlo delicatamente con un mattarello, ad uno spessore di 7-8 mm circa, lavorandolo tra due fogli di carta forno per facilitare l’operazione.
  8. Trasferire l’impasto steso nello stampo da crostata, con tutto il foglio di carta forno sottostante.
  9. Delicatamente modellare la pasta per disporla bene nello stampo ricreandone la forma, quindi eliminare la pasta in eccesso con un coltellino.
  10. Con i rebbi di una forchetta bucherellare il fondo della crostata.
  11. Utilizzare la pasta eliminata per creare dei coniglietti con un apposito coppapasta che saranno utilizzati come decoro della crostata.
  12. Prepariamo il ripieno:
  13. Mondare, lavare e lessare le verdure scelte per il ripieno; quindi lasciarle scolare bene dall’acqua di cottura, e lasciar raffreddare completamente.
  14. Nel bicchiere del frullatore versare la ricotta sgocciolata bene, unire la noce miscata e le verdure lesse.
  15. Aggiungere 8 gr di sale fino ed un cucchiaio di olio extra vergine di oliva, azionare la macchina e lasciar frullare fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea.
  16. Nel frattempo, in una padella, lasciar rosolare lo scalogno precedentemente mondato e tagliato a rondelle sottili, insieme alla salsiccia tagliata in piccoli pezzi in un cucchiaio di olio di oliva extravergine.
  17. Aggiustare di sale, lasciar colorare bene, quindi sfumare con la tazzina di vino.
  18. Quando il vino sarà evaporato, togliere il composto dal fuoco e lasciar raffreddare completamente.
  19. Componiamo la crostata:
  20. Distribuire sulla base della crostata il composto di salsiccia e posso, distribuiendo il composto in maniera omogenea a ricoprire la base.
  21. Versare sopra la crema di ricotta e verdure e livellare bene.
  22. Sbattere il tuorlo d’uovo e spennellare il bordo della crostata; quindi adagiare tutt’intorno i coniglietti di pasta ritagliati.
  23. Cottura della crostata:
  24. Cuocere la crostata salata in forno già caldo, a 170°C per 40 minuti circa, in modalità ventilato; oppure a 180°C per 45 minuti in forno statico.
  25. Terminata la cottura, togliere la crostata dal forno e lasciarla raffreddare completamnete prima di trasferire su un piatto da portata e servire con una spolverata di formaggio grattugiato.

Scopriamo insieme il menù “Festeggiando Pasqua e Pasquetta” al suo completo:

Rubrica Al km 0

Colazione da Carla: Sablé mandorle e cioccolato al rosmarino 
Pranzo da Monica: Buona Santa Pasqua 
Merenda da Simona: Pasticcini di mandorla
Cena da me: Crostata salata con crema di ricotta e verdure (con pasta matta di avena e riso) 


Articoli Correlati:

Quiche con patate, piselli e cipollotti

Corona al mascarpone e “Scalogno di Stefania”

Mini frittatine alle verdure senza uova

Crostata salata con baccalà e salsa di susine (frolla con farina di castagne)



Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se vuoi chiedermi un consiglio per personalizzare e rifare una mia ricetta, scrivimi qui. Poi però scatta una foto del piatto ricreato, e condividila sui tuoi profili social utilizzando il mio hashtag #delizieeconfidenze e taggandomi su IG utilizzando @delizieeconfidenze

Ti sono grata per il tuo supporto al mio lavoro!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter, e  Pinterest.

11 Commenti

  1. È STUPENDA!!!! Tanti complimenti un grande bacio tesoro 💗

  2. arbanelladibasilico

    Ciao Sabri, ottima questa crostata da provare la tua pasta matta. Buona Pasqua un abbraccio grande 🙂

  3. Qui da te trovo sempre ingredienti per nulla scontati…
    Ottima proposta Sabri…per questa strana Pasqua!!!

    Un abbraccio grande e serena Santa Pasqua
    Moni

    • Grazie mille Monica!
      Cerco sempre di studiare abbinamenti di sapori e scoprire prodotti nuovi ma alla portata di tutti. E son felicissima quando leggo questo🤗
      Un forte abbraccio anche a te e Buona Santa Pasqua a te e famiglia cara Monic💕

  4. Ma che bella oltre che buona! bravissima!!! con tutti qui coniglietti è favolosa!

  5. Anch’io faccio la pasta come la tua con olio e vino e con le stesse proporzioni rispetto alle farine che vario di volta in volta. E’ veramente buona e si prepara in poco tempo. Molto carine le decorazioni in stile pasquale

  6. Si, è una ricetta base fantastica per diversi impieghi!
    Son felice che ti sia piaciuta!
    Un saluto e Buona Pasqua 🐰

  7. Questa crostata salata oltre ad essere gustosa, è anche bellissima, molto pasquale ^_^
    Io uso sempre la pasta matta sia per le torte salate che per tutti gli stuzzichini che si preparano generalmente con la brisè.
    Ottima proposta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.