Pasticcini sfogliati di riso

I pasticcini sfogliati di riso sono dei piccoli pasticcini di pasta sfoglia che racchiudono uno strato delicato e delizioso di crema di riso e confettura di lamponi.

Facili da preparare, si possono personalizzare aggiungendo cioccolata o frutta secca a piacere, si può utilizzare della pasta sfoglia fatta in casa o acquistare un rotolo già pronto.

Questi pasticcini sono l’ideale per iniziare la giornata con gusto, e sono la mia proposta per la colazione del menù “A tutto riso” della Rubrica Al Km 0.

Per addolcire e rendere speciali i miei dolcetti ho utilizzato il Mielbio Asiago per la crema di riso, e della Fiordifrutta Lamponi per creare un goloso strato che accoglie la crema di riso. Entrambi sono prodotti biologici Rigoni di Asiago.

Per i miei pasticci sfogliati ho utilizzato del classico riso Carnaroli, per ottenere un composto cremoso e delicato, in grado di amalgamarsi con gli altri ingredienti e sapori.

Anche questra ricetta è preparata utilizzando prodotti vegetali al 100%, senza latticini, perfetta quindi per chi ha allergie al latte e derivati del latte, o intolleranza al lattosio.

Prima di lasciarvi alla ricetta dei pasticcini sfogliati di riso, voglio invitarvi a proseguire la lettura oltre la ricetta stessa, dove troverete tante informazioni utili sulle proprietà e sulle varietà di riso.

Ingredienti

  • 1 rotolo di pasta sfoglia (senza latticini)

  • 1 tazza di riso Carnaroli

  • 1 tazza di latte di riso senza zucchero

  • 4 tazze di acqua

  • 1 pizzico di sale

  • 1 cucchiaino di cannella in polvere

  • 1 cucchiaio di Mielbio Asiago Rigoni di Asiago

  • 1 cucchiaino di essenza di vaniglia

  • 1/2 tazza di lamponi disidratati

  • Fiordifrutta Lamponi q.b.

  • zucchero a velo per decorare

Utilizzare come unità di misura una tazza da tè per tutti gli ingredienti indicati con tale metodo di misura. Indicativamente, una tazza da tè contiene circa 200 ml di liquido.

procedimento

  • Per preparare i pasticcini sfogliati, bisogna prima preparare la crema di riso (meglio se preparata la sera prima).
  • In una pantola antiaderente versare il riso, il latte di riso, l’acqua, il pizzico di sale, la vaniglia e la cannella.
    Cuocere su fiamma media, mescolando dpesso, fino al completo assorbimento dei liquidi (circa 40 minuti dall’inizio del bollore).
  • Quando il liquido sarà satto assorbito completamente, togliere dal fuoco, unire il miele Mielbio Asiago e i lamponi disidratati.
    Mescolare e tenere da parte per farlo raffreddare completamente, mantenendo chiuso con un coperchio.
  • Preparare i pasticcini sfogliati.
  • Ritagliare la pasta sfoglia in rettangoli della grandezza degli stampini da utilizzare (io ho utilizzato gli stampi classici da pasticciotto leccese), considerandone due per ogni stampo (rivestimento più copertura).
  • Oliare leggermente gli stampi, e rivestire ognuno di essi con un rettangolo di pasta sfoglia, facendolo aderire bene alle pareti dello stampo, ed eliminando la pasta in eccesso.
  • Bucherellare leggermente il fondo con i rebbi di una forchetta, e distribuire uno strato di Fiordifrutta Lamponi e, subito sopra, riempire con la crema di riso ben fredda.
  • Riempire bene con la crema di riso, fino a raggiungere il bordo, e chiudere il pasticcino con un altro rettangolo di pasta sfoglia.
    Farla aderire bene e tagliare la parte in eccesso.
  • Cottura dei pasticcini sfogliati.
  • Preriscaldare il forno a 180°C, modalità statica, e infornare i pasticcini sfogliati, sistemati su una placca da forno.
  • Lasciar cuocere per 20-25 minuti, fino a completa doratura della sfoglia.
  • Sfornare e lasciar raffreddare completamente prima di sformare.
  • Adagiare i pasticcini sfogliati sul piatto da portata, spolverare con dello zucchero a velo, e servire.

Scopriamo insieme il menù “A tutto riso” al suo completo:

Rubrica Al km 0
Rubrica Al km 0

Colazione da me: Pasticcini sfogliati di riso
Pranzo da Carla: Savarin di riso e verdure con fiori di prosciutto
Merenda da Monica: Torta di riso dolce
Cena da Simona: Risotto alle fragole con timo e maggiorana


Il riso.

Proprietà e benefici.

Il riso è un cereale appartenente alla famiglia delle graminacee. La nascita del riso è risale a circa 4000 anni fa, prima della nascita di Cristo, in Asia, per poi diffondersi in tutto il mondo.

In Italia i maggior produttori di riso sono soprattutto il Piemonte, la Lombardia, l’Emilia Romagna ed il Veneto. Seguono la Toscana, la Sardegna e la Calabria.

A differenza di altri cereali, il riso contiene meno grassi, ed è l’alimento più consumato in tutto il mondo.

Molte sono le proprietà di questo cereale, che lo rende un alimento molto utile per il nostro organismo, prime fra tutte l’elevata digeribilità e la capacità di regolare la flora intestinale.

Il riso ha un’alta percentuale di lisina, un amminoacido essenziale che favorisce la formazione di anticorpi, ormoni (come quello della crescita) ed enzimi; ed è inoltre necessaria allo sviluppo e alla fissazione del calcio nella ossa. La lisina è importante anche come precursore di una importante vitamina, chiamata niacina, vitamina B3 o PP.

Questo cereale vanta anche un alto contenuto di potassio e poco di sodio, proporzione questa che lo rende un alimento indicato in chi soffre di ipertensione arteriosa. Inoltre il riso è privo di glutine e può quindi essere consumato anche da chi soffre di celiachia.

L’ amido presente nel riso fa sì che durante la cottura il cereale assorba notevoli quantità di acqua, fino a triplicare il proprio peso: per questo motivo, il riso cotto è un alimento meno calorico e più saziante rispetto ad un piatto di pasta di grano (a parità di peso a crudo).

A seconda delle caratteristiche dei chicchi (piccoli o grossi, tondi o affusolati) il riso può essere suddiviso in quattro varietà fondamentali:

  • comuni
  • semifini
  • fini
  • superfini

Le varietà di riso.

Molte sono le qualità di riso, ognuna delle quali ha caratteristiche diverse. Di seguito vi riporto le principali differenziandole per varietà e utilizzo in cucina:

Arborio – Carnaroli – Vialone nano: sono caratterizzati da chicchi grossi e tonteggianti. Adatti a risotti mantecati e cremosi, ricchi di amido che conferiscono ottima venatura dei risotti.

Parboiled (Ribe) – Thai Bonnet: sono caratterizzati da chicchi che trattengono molto l’amido. Sono indicati per cotture in forno e utilizzati come contorno al posto del pane. Il Parboiled stimola il metabolismo: rispetto al riso brillato, il parboiled ha un contenuto di vitamine del gruppo B e di ferro da 2 a 4 volte superiore.

Basmati – Long Grain (e tutti i risi orientali): sono adatti per il pilaf. Sono risi profumati e dal sapore fresco. Adatti come contorno, al posto del pane.

Venere: è un riso che necessita di lunghe cotture. Adatto a contorni o insalate fredde. E’ tra i tipi di riso integrale più in voga nel nostro Paese.

Integrale: perfetto per le zuppe. Aumenta il senso di sazietà, ed è indicato per chi desidera perdere peso e in caso di stitichezza.

Rosso: è un riso integrale originario della regione francese Camargue. É perfetto per ripieni di verdure, come contorno di carne e pesce o per i dolci.


Articoli correlati:


Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se vuoi chiedermi un consiglio per personalizzare e rifare una mia ricetta, scrivimi qui. Poi però scatta una foto del piatto ricreato, e condividila sui tuoi profili social utilizzando il mio hashtag #delizieeconfidenze e taggandomi su IG utilizzando @delizieeconfidenze

Ti sono grata per il tuo supporto al mio lavoro!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter, e  Pinterest.

9 Commenti

  1. Pingback: Pasticcini sfogliati di riso - Delizie & Confidenze

  2. Nooooo Cosa vedo?! Oddio Sabri adoro la pasta sfoglia, amo tanto i dolci con riso, impazzirei davanti ad un vassoio di questi dolcetti! Mi è venuta un’acquolina terribile 🤤

  3. arbanelladibasilico

    Sono come Simo, credo che se li avessimo davanti questi dolcetti litigheremmo fino all’ultimo 😉 Bacioni a presto 🙂

  4. I dolci a base di riso sono da sempre la mia passione. Racchiusi in piccoli scrigni di sfoglia sono una vera delizia! Un bacio

    • Grazie mille Laura!
      Anche io adoro i dolci con il riso, son così umidi e cremosi che difficile resistergli!
      E questi sono due morsi di bontà, piccoli scrigni per piccoli peccati di gola😋😋
      Un abbraccio grande

  5. Stragolosi questi pasticcini, mi piace un sacco l’abbinamento tra i vari ingredienti…
    Averne uno…adesso!!!!

    Un abbraccio
    Moni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.