Gnocchetti al salmone e mandorle

Gnocchetti al salmone e mandorle

0

Ben ritrovati con l’appuntamento mensile della Rubrica Al km 0, primo appuntamento per il mese di dicembre, che ci propone un menù festoso per il “Natale a tavola“!

Per il pranzo di Natale ho pensato agli gnocchetti al salmone e mandorle, un primo piatto colorato, con sentori del mare e note più delicate e dolci delle mandorle.

Gli gnocchi sono un primo che sa di casa, che sa di tradizione, di famiglia… Una prepararzione che le nostre nonne e mamme facevano con tanta semplicità e disinvoltura, ma che oggi va perdendosi per via del poco tempo a disposizione, e dall’offerta commerciale del prodotto già pronto.

Ma per il giorno di Natale, trovo molto bello dedicare qualche minuto in più alla cucina, per preparare un primo fatto in casa con amore. Per me è un modo per coccolare i miei familiari, un’attenzione in più da rivolgergli avendo (forse) una tranquillità e del tempo in più grazie ai giorni di festa.

La ricetta

Gli gnocchetti al salmone e mandorle sono un primo piatto colorato grazie ai due differenti impasti per la preparazione degli gnocchi: uno a base di patate, l’altro di carote.

Dalla forma arrotondata, gli gnocchetti sono accompagnati da un trito finissimo di salmone e mandorle, e una lieve spolverata di cannella in polvere e pepe in mix; diventano così un piatto profumato e ricco di sapore, perfetto per le festività natalizie.

Jump to Recipe

Gli gnocchi di patate perfetti

Nemica della buona riuscita degli gnocchi è l’acqua contenuta nelle patate. E’ per questo che generalmente vengono preferite patate più vecchie per tale preparazione, perchè più ricche di amido e più povere di acqua.

Per ovviare al problema, è consigliabile far asciugare le patate in forno per pochi minuti, ad una temperatura di circa 100°C, oppure procedere direttamente con la cottura delle patate in forno, come ho fatto per questi gnocchi di patate cotte in forno.

Ci sono diversi modi per cuocere le patate per gli gnocchi: al forno, al vapore, oppure nel più classico dei modi, proprio come fa mia mamma e, prima di lei, faceva mia nonna, ossia cotte in acqua con tutta la pelle per esser spellate poi.

Anche l’impasto dove esser fatto velocemnete per evitare che la lunga lavorazione produca degli gnocchi troppo elastici e collosi durante la cottura.

Rispettando queste piccole accortezze, dovremmo poter utilizzare poca farina per l’impasto, per avere così degli gnocchi morbidi.

Gli gnocchi di carote

Un discorso a parte va fatto per gli gnocchi di carote, un ortaggio decisamente pià ricco di acqua rispetto alle patate, che richiede una quantità di farina lievemente maggiore.

Preparati senza l’aggiunta di patate, gli gnocchi di carote sono una sfiziosa e delicata alternativa ai più classici gnocchi di patate, e si sposano perfettamente con diversi condimenti.

Le varianti degli gnocchi

Quella degli gnocchi è una preparazione che si presta a diversi ortaggi come ad esempio carote, zucca, patate, ma anche verdure come spinaci, broccoli o gli gnocchi di borragine. Anche il pane o la ricotta diventano ingredienti per tale preparazione, come ad esempio per gli gnocchi di pane o gli gnocchi di ricotta.

Nelle diverse preparazioni inoltre, si può decidere di aggiungere o meno le patate insieme agli altri ingredienti, così come aggiungere o meno l’uovo.

Non solo negli ingredienti troviamo delle diversità, ma anche nella forma, più o meno arrotondata, con o senza righe.

La ricetta della mia famiglia

Come da tradizione di famiglia, i miei gnocchi vogliono delle patate cotte in acqua con tutta la buccia, per esser spellate solo dopo la cottura, e impiegate nella preparazione degli gnocchi dopo averle fatte raffreddare completamente.

Dopo aver preparato l’impasto, veniva steso in piccoli salsicciotti e poi tagliati in piccoli pezzi: gli gnocchi appunto.

Una volta tagliati, ogni gnocchetto viene fatto rotolare sui rebbi della forchetta per avere le rigature classiche sul dorso, e l’incavo (dato dall’indice che spinge lo gnocco sulla forchetta) dal lato opposto.

Gnocchetti al salmone e mandorle

Recipe by Sabrina PignataroCourse: Primi piatti, Pasta, GnocchiCuisine: Ricette di Natale, GnocchettiDifficulty: Media
Servings

4

servings
Prep time

30

minutes
Cooking time

10

minutes
Rest time

20

minutes

Gli gnocchetti al salmone e mandorle sono un primo piatto colorato grazie ai due differenti impasti per la preparazione degli gnocchi: uno a base di patate, l’altro di carote.
Dalla forma arrotondata, gli gnocchetti sono accompagnati da un trito finissimo di salmone e mandorle, e una lieve spolverata di cannella in polvere e pepe in mix.

Ingredients

  • Per gli gnocchi di patate
  • 500 gr di patate a pasta gialla

  • 150 gr di farina 0 + necessario per la lavorazione

  • 8 gr di sale fino

  • 1 uovo

  • Per gli gnocchi di carote
  • 300 gr di carote

  • 350 – 400 gr di farina 0 + necessario per la lavorazione

  • 8 gr di sale fino

  • 1 uovo

  • Per il condimento
  • 300 gr di salmone affunicato

  • 100 gr mandorle senza pelle

  • 1 noce di burro vegetale oppure 2 cucchiai di olio di oliva

  • 1/2 cipolla dorata

  • cannella in polvere q.b.

  • pepe in mix macinato al momento

Directions

  • Preparare gli gnocchi di patate
  • Lavare le patate e lessarle con tutta la buccia in una pentola con abbondante acqua salata, per circa 30 minuti.
  • Scolatele quando i rebbi della forchetta entrano senza difficoltà nella patata.
    Lasciar intiepidire prima di eliminare la pelle delle patate, quindi passare allo schiacciapatate.
  • Impastare le patate con la farina, l’uovo ed il sale, fino ad ottenere un composto omogeneo e soffice,che non appiccica alle mani.

    Lasciar riposare 30 minuti .
  • Quando la pasta è pronta, formare dei lunghi rotolini (spessi come un dito), e tagliarli a pezzetti di circa due centimetri.
  • Arrotondare ogni gnochetto facendolo roteare nel palmo delle mani (non devono esser perfettamente tondi).
    Disporli su un vassoio leggermente infarinato.
  • Preparare gli gnocchi di carote
  • Mondare le carote, pelarle e porle in un tegame con abbondante acqua leggermente salata.
  • Cuocere per 15 minuti circa dal momento del bollore dell’acqua, fino a quando le carote non risultano morbide.
    Scolare, passare allo schiacciapatate, e lasciar raffreddare.
  • Impastare le carote con la farina, l’uovo ed il sale, fino ad ottenere un composto omogeneo e soffice, che non appiccica alle mani.

    Lasciar riposare 30 minuti.
  • Quando la pasta è pronta, formare dei lunghi rotolini (spessi come un dito), e tagliarli a pezzetti di circa due centimetri.
  • Arrotondare ogni gnochetto facendolo roteare nel palmo delle mani (non devono esser perfettamente tondi).
    Disporli su un vassoio leggermente infarinato.
  • Preparare il condimento
  • Mondare la cipolla e tagliarla finemente in piccoli pezzi.
  • Tagliare anche il salmone affumicato in piccoli pezzi.
  • Con un coltello, tagliare grossolanamente le mandorle.
  • In una padella (meglio se un saltapasta) lasciar sciogliere il burro vegetale, quindi unire la cipolla tagliata finemente e lasciar appassire su fiamma bassa.
  • Unire il salmone, aumentare lievemente la fiamma e lasciar insaporire per 5-6 minuti.
  • Unire le mandorle spezzettate e le spezie, lasciar insaporire qualche istante, quindi spegnere il fuoco.
  • Cottura degli gnocchi
  • In una capiente pentola, portare ad ebollizione l’acqua regolata di sale.
  • Quando l’acqua bolle, buttare giù gli gnocchi e lasciar cuocere per 3 – 4 minuti dalla ripresa del bollore, quando quindi gli gnocchi vengono a galla.
  • Mano a mano che vengono a galla, ritirarli con la paletta bucata, sgocciolare bene, e trasferirli nella padella con il condimento.
  • Riaccendere la fiamma sotto la padella, e lasciar insaporire gli gnocchi qualche minuto insieme al condimento.
  • Impiattare e servire caldi.

Notes

  • E’ possibile realizzare gli gnocchi di patate e gli gnocchi di carote anche cuocendo quest’ultime al vapore: basterà sbucciarle prima, tagliarle in pezzi dello stesso spessore (circa), e lasciarle cuocere al vapore per 30 minuti e, comunque, finchè non risultano morbide.
  • Altra variante di cottura per entrambi gli gnocchi è la cottura in forno: lavare gli ortaggi mantenendo la loro buccia, bucherellare con i rebbi di una forchetta, disporli su una teglia con carta forno, e cuocerle in forno già caldo, a 180°C (modalità ventilata) per 40 -50 minuti circa, e comunque fino a quando non risultano morbide.
  • Gli gnocchi si possono anche surgelare da crusi: una volta preparati, si dispongono su un vassoio e si spolverano con della farina, quindi avvolgerli bene con pellicola alimentare. Per una migliore conservazione, si possono inserire anche in contenitori ermetici, purchè non siano troppo schiacciati tra loro. Cuocerli in acqua bollente senza scongelarli.

Scopriamo insieme il menù “Natale a tavola” al suo completo:


Colazione da Simona: Linzer biscuit con crema al gianduia nero
Pranzo da me: Gnocchetti al salmone e mandorle
Merenda da Carla: Biscotti ai frutti rossi
Cena da Monica: Cima genovese impanata e fritta


Potrebbero interessarti anche:


Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se hai domande, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, se hai delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Menziona @delizieeconfidenze e tag #delizieeconfidenze.

Se ti è piaciuta questa ricetta, lascia una recensione positiva, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.

9 Commenti

  1. Amo gli gnocchi…da noi rigorosamente senza uovo, anche se a volte io lo metto!! Ahahahah!!!
    Mi piace un sacco la versione con le carote…. e poi il sugo di salmone anche se non ho mai provato la spolverata di cannella, proverò ma solo per me, qui a casa, sacrilegio, non amano la cannella!!!! Ma ti pare!!! AHahha!!

    Un abbraccio grande
    Moni

    0
    • Sai che questi gnocchetti di carote son stati quasi preferiti a quelli di patate? (lo ha detto lo gnomolo, quindi lo prendo per buono!!)
      Ti capisco sai: qui cannella a go-go per me e lo gnomolo, ma per papo non sia mai!! Non sopporta nenache l’odore!! Io non capisco, non mi capacito!
      Infatti la metto dappertutto (ahahahhahahahah!!!!)
      Un bacione grande Monic

      0
  2. Proprio golosi e anche belli, festaioli direi! Brava Sabri (soprattutto perché ammanisci cannella al marito senza che se ne accorga…) bacione 🙂

    0
  3. Anche io li faccio così, cottura in acqua con la pelle. O patate vecchie oppure mi trovo molto bene anche con le patate dalla buccia rossa. Mi piace l’idea degli gnocchi bocolori, fa proprio una bella figura. E li hai fatti proprio come piacciono a me, piccolini

    0
    • Si, quella della cottura in acqua con la pelle credo sia il metodo più diffuso.
      Colorati si, fanno davvero festa !
      Un grosso abbraccio

      0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.