Tarte Fiordifrutta

Tarte Fiordifrutta fragole e fragoline di bosco

+1

Con budino alla vaniglia e cocco

Crostata moderna senza latticini e senza proteine del latte

Jump to Recipe

La Tarte Fiordifrutta è una crostata moderna dove un croccante guscio di frolla senza burro accoglie un goloso strato di Fiordifrutta fragole e fragoline di bosco, ed uno strato di budino alla vaniglia e cocco senza latte.

Un dolce quindi privo di latticini ideale per gli intolleranti al lattosio o per chi ha allergia al latte e suoi derivati.

Anche il budino è preparato a mano con il latte di cocco e cocco rapè, dal gusto delicato ed esotico.

A completare il dolce, fragole fresche, fiori e meringhe francesi creano un gioco di colori e forme.

La Fiordifrutta fragole e fragoline di bosco Rigoni di Asiago

Tra la linea Fiordifrutta Rigoni di Asiago, la Fiordifrutta Fragole e fragoline di bosco è la mia preferita.

Il gusto dolce e pieno di quest Fiordifrutta è il gusto autentico della frutta (fragole e fragoline di bosco) raccolte nel mese di maggio e giugno principalmente nelle zone montuose.

Come tutti i prodotti della linea, anche la Fiordifrutta fragole e fragoline di bosco è una confettura biologica, con il 100% da frutta di qualità, per offrirci un prodotto naturale e semplice, nel rispetto del nostro benessere.

Ogni scelta della Rigoni di Asiago è rivolta al rispetto della sostenibilità e del territorio, con il preciso obiettivo di ridurre l’impatto della produzione sull’ambiente, ed offrire al consumatore un prodotto ottenuto da sole materie prime biologiche di qualità, per un gusto buono ed autentico della frutta scelta, senza dover aggiungere altro.

Il budino alla vaniglia e cocco

Fatto in casa senza latte vaccino

Preparare un buon budino fatto in casa, senza ricorrere a preparati in busta semilavorati, è molto più semplice e veloce di quello che si pensa.

L’utilizzo dell’agar agar permette di omettere le uova nella preparazione e garantisce consistenza e leggerezza alla crema.

L’agar agar è un’alga insapore dall’elevato potere addensante, perfetta per la preparazione di budini e creme varie, sia dolci che salate.

Utilizzando latte di cocco e agar agar si ottiene un dessert leggero e dal gusto delicato, con note esotiche ancor più intense se si aggiunge del cocco rapè al latte in cottura e poi (se si preferisce) filtrato.

La meringa francese

La meringa francese è una preparazione dolce a base di albume di uova e zucchero a velo, montata a lungo fino ad ottenere una consistenza solida e lucida.

E’ una delle preparazioni più utilizzate per questo dolce, sebbene ce ne sia una versione svizzera ed una italiana (tra cui bisogna distinguere una versione leggermente diversa che è quella tipica della Sardegna che prevede la presenza delle mandorle).

Come riportato nel mio articolo introduttivo della Pavlova, possiamo sintetizzare le principali differenze delle meringhe come di seguito:

. La meringa francese è la più diffusa, e si prepara con albumi montati a neve fermissima con zucchero semolato, più semplice da preparare.

. La meringa italiana si prepara lavorando gli albumi con lo zucchero sciroppato, più robusta e resistente rispetto alla precedente.

. La meringa sarda vuole l’aggiunta di mandorle a lamelle nel composto di albumi e zucchero.

. Nella meringa svizzera, invece, gli albumi e lo zucchero vengono lavorati in una pentola di rame stagnato (bastardella) e portati ad una temperatura di 60 gradi.

Qualsiasi sia la preparazione scelta, le meringhe vengono poi cotte in forno a temperatura bassa, per un tempo lungo (che varia de 1 alle 3 ore, dipende dallo spessore della meringa), lasciando che il composto diventi asciutto, friabile e leggero.

Le meringhe rendono ogni decorazione elegante e poi sono deliziose per accompagnare creme al cioccolato, al caffè, alla frutta e tante altre ancora.

Mi diverto molto a preparare le meringhe decorate per le occasioni speciali, oppure le meringhe variegate giocando con i colori, o ancora le meringe stregate per Halloween per la gioia del mio ometto.

La frolla senza burro

La prima volta che mi trovai a dover preparare una pasta frolla senza poter utilizzare il burro non lo nascondo son andata un poco in crisi: come potevo ottenere una frolla buona quanto quella dell mamma se non potevo seguire alla lettera la sua ricetta?

Ma com’è che si dice? “Necessità fa virtù”.

Dopo esser tornata sui libri, dopo infinite ricerce sul web, dopo aver preparato tante frolle “senza”, oggi la frolla senza burro non mi spaventa più.

In realtà è molto più semplice di quel che si pensi preparare un’ottima frolla senza burro che garantisca un ottimo risultato. Per il gusto certamente sarà diverso: se una cosa non c’è, non la si può sentire in bocca! Ma ciò non vuol dire che sia meno buona anzi, questa leggerezza al palato fa si che gli altri gusti si percepiscono maggiormente.

La più semplice e pratica da preparare è la frolla all’olio, oppure si può semplicemente sostituire il burro vaccino con del burro vegetale (tipo margherina in panetto) purchè sia un prodotto di qualità, senza grassi idrogenati e senza olio di palma.

Oppure si può preparare la pasta frolla con il burro di frutta a guscio (come mandorle o nocciole ad esempio), oppure utilizzare burro od olio di riso o di cocco.

Nell’archivio delle mie ricette, si possono trovare tante proposte con diverse frolle.

Quella che ho preparato per questa tarte è una pasta frolla con margarina 100% vegetale, senza olio di palma e senza grassi idrogenati.

Piccoli consigli:

Ho lavorto la frolla in planetaria per velocizzare i miei tempi di preparazione, ma la si può preparare a mano come tutte le frolle. In ogni caso, l’importante è lavorare gli ingredienti con ciotola, frusta o mani fredde e lavorare velocemnete per non far scaldare il composto.

Che sia lavorata a mano o in planetaria, la pasta frolla necessita di riposo in friorifero prima di esser stesa e lavorata. Meglio ancora se preparata la sera prima e lasciata riposare in frigo l’intera notte.

Nella ricetta son stati riportati solo i tempi di preparazione della tarte ai quali bisogna aggiungere quelli delle meringhe (circa 2 ore e 40 minuti più il riposo) che ho preparato il giorno prima.

Per una frolla perfetta, senza rigonfiamenti, ho utilizzato un tappetino microforato e l’apposito stampo rettangolare per tarte moderne microforato anch’esso.

Per il budino utilizzare il latte di cocco senza zucchero, così da poter scegliere il giusto grado di dolcezza da ottenere. Pertanto, se il latte di cocco è senza zucchero, aggiungeremo al preparato circa 50 gr di zucchero semolato per un budino dolce ma non troppo. Al contrario, se il latte di cocco è già zuccherato, meglio non aggiungere ulteriore zucchero per non avere un dolce stucchevole, eccessivamente dolce.

Tarte Fiordifrutta fragole e fragoline di bosco con budino alla vaniglia e cocco

Recipe by Sabrina PignataroCourse: Dolci, Dessert, Tarte, Crostate moderne, Crostate, Creme e BudiniCuisine: Dairy freeDifficulty: Media
Servings

4

servings
Prep time

30

minutes
Cooking time

40

minutes
Rest time

6

hours 

La Tarte Fiordifrutta è una crostata moderna dove un croccante guscio di frolla senza burro accoglie un goloso strato di Fiordifrutta fragole e fragoline di bosco Rigoni di Asiago, ed un secondo strato di budino alla vaniglia e cocco fatto in casa, senza latte.
Un dolce quindi privo di latticini ideale per gli intolleranti al lattosio o per chi ha allergia al latte e suoi derivati.
A completare il dolce, fragole fresche, fiori e meringhe alla francese creano un gioco di colori e forme per un dessert dal gusto delicato ed esotico.

Ingredients

  • Per la pasta frolla
  • 250 gr di farina 00

  • 150 gr di margarina vegetale
    (senza olio di palma e senza grassi idrogenati)

  • 30 gr di zucchero semolato

  • 1 uovo di media grandezza

  • 1 pizzico di sale

  • 1 cucchiaio scarso di burro di cacao in scaglie per impermeabilizzare la frolla

  • Per il budino alla vaniglia e cocco
  • 500 ml di latte di cocco senza zucchero

  • 50 gr di amido di mais
    (oppure di fecola di patate)

  • 50 gr di zucchero semolato
    (solo se il latte di cocco è senza zucchero)

  • 3 gr di agar agar

  • 1 cucchaiio di cocco rapè

  • 1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia

  • Per il ripieno
  • Fiordifrutta fragole e fragoline di bosco Rigoni di Asiago q.b.

  • Per decorare
  • meringhe q.b.

  • fragole fresche

  • fiori di margherita q.b.

  • confettini rosa di zucchero q.b.

  • gelatina vegetale spray per le fragole fresche

Directions

  • Preparare la pasta frolla
  • In planetaria con gancio a foglia (K) iniziare a lavorare a velocità bassa la margarina con lo zucchero.
  • Unire l’uovo e lasciar impastare bene.
  • Aggiungere la farina ed il sale e lavorare velocemnete per ottenere un panetto liscio e morbido.
  • Avvolgere il panetto in un foglio di pellicola alimentare e lasciar riposare in frigorifero per 2 ore circa.
  • Cottura della frolla
  • Dopo il riposo in frigorifero, riprendere la frolla e stenderla con il mattarello ad uno spessore di circa mezzo centimetro.
  • Con l’apposisto stampo forato ritagliare la base della crostata e, con la pasta in eccesso, ritagliare delle strisce da inserire all’interno dello stampo e formare i lati della crostata.
    Pigiando delicatamente, far aderire i bordi laterali della tarte alla base.
  • Riportare in frigorifero per almeno 30 minuti così da garantire una tenuta migliore della psta durante la cottura.
  • Nel frattempo, preriscaldare il forno a 200°C, in modalità statica, e portare atemperatura.
  • Trascorso il tempo, riprendere il guscio di frolla dal friorifero, bucherellare la base e cuocere in forno per 40 minuti.
    (Graze al tappetino e allo stampo microforato, non sarà necessario cuocere mettendo il foglio di carta con i pesi, i classici fagioli)
  • A cottura terminata, sfornare e lasciar raffreddare completamente prima di togliere lo stampo.
  • Impermeabilizzare la frolla
  • In un pentolino lasciar sciogliere completamnete su fuoco basso il burro si cacao.
  • Con un pennello da pasticcere, spennellare il burro di cacao sciolto su tutta la base ed i bordi (lato interno) della frolla.
  • Lasciar asciugare completamente a temperatura ambiente.
  • Preparare il budino
  • In un pentolino versare il latte di cocco ed unire il cocco rapè e l’essenza di vaniglia.
  • Portare il pentolino sul buoco e raggiungere il bollore, quindi spegnere la fiamma, lasciar aromatizzare qualche minuto, poi (se si preferisce un budino più vellutato e liscio) filtrare il latte per eliminare il cocco rapè.
  • In una ciotola mescolare l’amido con l’agar agar e lo zucchero.
  • Versare le polveri nel latte filtrato e mescolare accuratamente con una frusta a amno per evitare la formazione di grumi.
  • Riportare il composto sul fuoco e, sempre mescolando con una frusta a mano, lasciar cuocere per 5 minuti su fiamma bassa.
  • Togliere il pentolino dal fuoco e lasciar riposare a temperatura ambiente qualche istante.
  • Comporre il dolce
  • Una volta che il burro dic acao è ben rappreso, ricoprire la base dalla crostata con la Fiordifrutta fragole e fragoline di bosco Rigoni di Asiago, creando uno strato uniforme e non troppo spesso.
  • Con l’aiuto di un cucchiaio, distribuire il budino alla vaniglia e cocco sopra lo strato di confettura, riempiendo la tarte fino al bordo.
  • Lasciar riposare la tarte in frigorifero per 2 ore oppure 4 ore circa a temperatura ambiente, fino a quando cioè il budino non sarà ben elastico e sodo.
  • Riprendere la tarte dal frigorifero e decorare con le fragole fresche intere o a pezzi, le meringhe ed i fiori.
    Per una presa maggiore, sporcare la base delle meringhe con poca Fiordifrutta fragole e fragoline di bosco Rigoni di Asiago prima di adagirla sulla base di budino della tarte.
  • Spruzzare le fragole ed i firoi con la gelatina vegetale spray.

Notes

  • La tarte va conservata in frigorifero, in un apposito contenitore per torte con coperchio, per un massimo di 2-3 giorni.
  • Prima di servire la tarte, lasciar riposare a temperatura ambiente 15 minuti.
  • Per la preparazione e la cottura delle meringhe vedi qui.

Per altre ricette con i prodotti della linea Fiordifrutta Rigoni di Asiago, segui gli hashtag #Fiordifrutta #RigonidiAsiago #LaNaturaNelCuore #RigoniaTavola

(ADV)

Seguimi anche su Instagram per non perdere novità e ricette.

Articoli correlati:


Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se vuoi chiedermi un consiglio per personalizzare e rifare una mia ricetta, scrivimi qui. Poi però scatta una foto del piatto ricreato, e condividila sui tuoi profili social utilizzando il mio hashtag #delizieeconfidenze e taggandomi su IG utilizzando @delizieeconfidenze

Ti sono grata per il tuo supporto al mio lavoro!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter, e  Pinterest.

4 Commenti

  1. Non so da dove iniziare. Bellissima ricetta, complimenti davvero per l’idea! Le foto son bellissime, la Fiordifrutta che hai scelto è tra le mie preferite.. e poi.. abbiamo avuto la stessa idea di gusto fiordifrutta, guarda che ho pubblicato io oggi! hihihihi Un abbraccio

    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.