Flamusse bressanne

Flamusse Bressanne (ricetta senza lattosio nè proteine del latte)

+2

La Flamusse bressanne è una torta di mele francese leggerissima, una base di frolla friabile con un ripieno cremoso e delicato.

Un dolce tipico della Borgogna, la regione centrale della Francia, ancor più leggera in questa mia rivisitazione dairy free (senza lattosio e senza proteine del latte).

Una crostata con ripieno cremoso che ricorda una rosa vista la decorazione delle mele a fette sottili disposte in maniera circolare all’interno della frolla e poi riempita con una crema che si rassoderà in cottura.

La ricetta tradizionale vuole una frolla preparata con burro e la crema per il ripieno realizzata con panna.

Per la mia torta invece ho preparato una frolla con olio e vino bianco, mentre la crema del ripieno è a base di yogurt e latte di soia.

Una spolverata di zucchero a velo e diventa un dolce elegante e semplice, perfetto da preparare in occasione della festa della mamma.

Flamusse Bressanne (ricetta senza lattosio nè proteine del latte)

Recipe by Sabrina PignataroCourse: Dolci, Dessert, Crostate, Dolci con la frutta, Dolci con le meleCuisine: Cucina Francese, Dairy freeDifficulty: Facile
Servings

6

servings
Prep time

20

minutes
Cooking time

35

minutes

La Flamusse bressanne è una torta di mele francese leggerissima, una base di frolla friabile con un ripieno cremoso e delicato.
Per la mia torta ho preparato una frolla con olio e vino bianco, mentre la crema del ripieno è a base di yogurt e latte di soia.
Una spolverata di zucchero a velo e diventa un dolce elegante e semplice, perfetto da preparare in occasione della festa della mamma.

Ingredienti
(stampo da crostata da 20-24 cm diametro)

  • Per la frolla senza burro
  • 300 gr di farina tp.1

  • 70 gr di olio d’oliva delicato
    (oppure olio di semi)

  • 70 gr di zucchero semolato

  • 65 gr di vino bianco secco
    (circa mezzo bicchiere da tavola)

  • 1 limone (la buccia grattugiata)

  • 1 uovo

  • Per il ripieno
  • 4-5 mele tipo Golden

  • 10 gr di burro vegetale
    (di riso, di cocco, oppure margarina senza olio di palma nè grassi idrogenati)

  • qualche goccia di succo di limone

  • Per la crema allo yogurt di soia
  • 125 ml di latte di soia non zuccherato

  • 125 gr di yogurt bianco di soia

  • 40 gr di zucchero a velo

  • 2 uova

  • Per decorare
  • zucchero a velo q.b.

Directions

  • Preparare la frolla senza burro
  • Impastare la farina con l’olio, lo zucchero, la buccia grattugiata del limone e l’uovo.
    Aggiungere poco alla volta il vino e lavorare bene.
  • Una volta ottenuto un impasto omogeneo e liscio, che non appiccica alle mani, avvolgerlo in pellicol alimentare e farlo riposare in frigorifero per circa 1 ora.
  • Trascorso il riposo, riprendere l’impasto, stenderlo ad uno spessore di mezzo centimetro, e rivestire lo stampo da crostata.
  • Tagliare la pasta in eccesso, bucherellare con i rebbi di una forchetta la base, coprire con un foglio di carta forno e porre sopra le palline di ceramica (oppure fagioli).
  • Cottura in bianco della frolla
  • Procedere quindi alla cottura in bianco della frolla in forno preriscaldato a 200°C per 15 minuti.
  • Sfronare, eliminare le palline di ceramica e la carta forno, e lasciar raffreddare, senza togliere la frolla dallo stampo.
  • Preparare le mele
  • Lavare le mele e asciugarle bene.
    Tagliarle a metà senza togliere la buccia.
    Eliminare i semi ed i torsoli, quindi tagliare a fette sottili.
  • Disporre le fette di mela in una ciotola e bagnarle con qualche goccia di succo di limone.
  • Trasferire le fette di mela in una padella antiaderente insieme al burro vegetale e lasciarle scottare per 4-5 minuti.
  • Togliere dal fuoco e lasciar raffreddare eliminando il succo che si sarà formato durante la cottura delle mele.
  • Una volta fredde, disporre le fette di mela all’interno del guscio di frolla (freddo anch’esso ormai) in maniera circolare, una leggermente sovrastante l’altra, dall’esterno fino a giungere al centro della crostata.
  • Preparare la crema di yogurt alla soia
  • In una terrina montare con le fruste elettriche le uova con lo zucchero, fino ad ottenere un composto spumoso gonfio e chiaro.
  • Aggiungere al composto lo yogurt ed il latte e mescolare bene per amalgamare il tutto.
  • Versare la crema ottenuta sulle mele, facendola entarre perfettamente in ogni spazio, fino a ricoprire il tutto.
  • Cottura del dolce
  • Infornare nuovamente il dolce in forno già caldo a 180°C per 25-30 minuti circa, a seconda della potenza del proprio forno.
  • Togliere dal forno e lasciar raffreddare completamente.
  • Disporre il dolce sul piatto da portata e decorare con zucchero a velo.

Notes

  • Per un dessert ancor più goloso, servire le fette di Flamusse Bressanne accompagnate con del gelato di soia alla vaniglia e/o un bicchierino di Malvasia dolce.
  • La flamusse bressanne si conserva in frigorifero per 2-3 giorni, chiuso in apposito porta torte o contenitore con coperchio.

Articoli correlati:


Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se hai domande, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, se hai delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Menziona @delizieeconfidenze e tag #delizieeconfidenze.

Se ti è piaciuta questa ricetta, lascia una recensione positiva, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.

5 Commenti

  1. Favolosa. Sai che non l’ho mai assaggiata? La prossima volta che passo in Francia devo cercarla.
    Mi sembra di sentire il profumo delle mele ^_^
    Bravissima, come sempre.
    Buona Festa della mamma <3

    0
    • Ciao Dany, è un dolce davvero delizioso, e lo è così, con tutte le mie varianti “leggere” e “senza”, ti lascio immaginare la versione francese, bella burrosa e con “panna panna”!

      0
    • Anche a me piacciono molto i dolci con le mele, li rendono così unici e deliziosi! Questa crostata poi lo è decisamente, con i suoi contrasti vari, così delicata e deliziosa!

      0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.