Wool Roll Bread

Wool Roll Bread: la brioche gomitolo di lana

+3

Il wool rool bread è un lievitato dolce la cui forma ricorda un gomitoto di lana.

Questa brioche ha visto un exploit di successo durante il lungo periodo di lockdown a cui il Covid-19 ci ha costretti nei mesi scorsi, spopolando ovunque sul web.

Caratteristiche del wool roll bread

La quantità bassa di zucchero utilizzata nella preparazione della brioche, fa si che il wool roll bread sia un dolce poco dolce, adatto quindi ad accogliere diverse creme e confetture, sia dolci che salate.

L’effetto gomitolo di lana si ottiene grazie ad una serie di tagli fatti sulle singole pezzature di impasto, delle frange sottili incise con un tarocco o un coltello a lama liscia che, una volta arrotolato, daranno l’effetto finale che vediamo in foto.

Ho preparato questa brioche per la colazione di tutta la famiglia, utilizzando prodotti vegetali per un dolce senza lattosio e senza proteine del latte, assolutamente dairy free, ideale quindi per chiunque abbia intolleranze e/o allergia al latte e derivati del latte.

Ad impreziosire la mia brioche gomitolo di lana, ho scelto una confettura ai lamponi e more fresche.

L’ingrediente speciale

Per donare note dolci, profumate con piccole acceni aciduli, ho scelto di farcire la mia brioche con la Fiordifrutta lamponi Rigoni di Asiago.

Come le altre proposte della linea, anche questa Fiordifrutta Lamponi è realizzata con la sola frutta fresca biologica, con solo lo zucchero naturale della mela aggiunto, per un prodotto semplice, naturale, dal gusto buono, per il benessere del consumatore finale.

Per esaltare le note acidule della Fiordifrutta Lamponi, ho aggiunto delle more fresche.

Wool Roll Bread: la brioche gomitolo di lana

Recipe by Sabrina PignataroCourse: Colazione, Merenda, Dolci, Lievitati dolci, Brioche, Brioche farcitaCuisine: Dairy freeDifficulty: Media
Sevising

6

servings
Prep time

30

minutes
Cooking time

20

minutes
Leavening Time

3

hours 

30

minutes

Il wool rool bread è un lievitato dolce la cui forma ricorda un gomitoto di lana.
Per donare note dolci, profumate con piccole acceni aciduli, ho scelto di farcire la mia brioche con la Fiordifrutta Lamponi Rigoni di Asiago.
Inoltre utilizzando prodotti vegetali si avrà un dolce senza lattosio e senza proteine del latte, assolutamente dairy free, ideale quindi per chiunque abbia intolleranze e/o allergia al latte e derivati del latte.

Ingredients

  • Ingredienti per la brioche
  • 300 gr di farina Manitoba (W 330)

  • 100 ml di panna vegetale da montare

  • 80 ml di latte vegetale non zuccherato (io di riso)

  • 30 gr di zucchero semolato

  • 8 gr di lievito di birra fresco

  • 5 gr di sale fino

  • 1 uovo

  • 1 cucchiaino di miele
    (io Mielbio Arancio Rigoni di Asiago)

  • la scorza grattugiata di agrumi bio

  • vaniglia
    (le bacche prelevate da mezza stecca oppure 1 cucchiaino di estratto di vaniglia bio)

  • Ingredienti per farcire
  • Fiordifrutta lamponi Rigoni di Asiago q.b.

  • 5 more fresche

  • Ingredienti per la finitura
  • latte vegetale per spennellare

Directions

  • Preparare gli aromi prima di iniziare la brioche
  • Prima di inziare l’impasto della brioche, versare in una ciotola la panna vegetale liquida per dolci (senza montarla), aggiungere la vaniglia e la bucia grattugiata degli agrumi (limone e/o arancia).

    Coprire con pellicola alimentare e lasciar riposare fino al momento dell’utilizzo.

    Per degli aromi più accesi nell’impasto, megio lasciar in infusione nella panna vegetale dalla sera prima.
  • Preparare la brioche
  • Scaldare il latte vegetale e lasciarlo intiepidire, quindi trasferirlo in un bricco e sciogliervi il lievito di birra insieme al miele.

    Lasciar riposare fino al momento dell’utilizzo.
  • Nella ciotola della planetaria setacciare la farina ed unire lo zucchero e la presa di sale.
    Mescolare con un cucchiaio così da far amalgamare le polveri tra loro.
  • Aggiungere alle polveri la miscela di panna e aromi ed unire l’uovo.
  • Con il gancio a foglia (K) e a bassa velocità (1), azionare la planetaria e iniziare ad amalgamare gli ingredienti.
  • Versare il latte con il lievito sciolto agli altri ingredienti e continuare a lavorare per altri 3/4 minuti a bassa velocità.
  • Quando l’impasto inizia a compattarsi, sostituire il gancio a foglia con quello ad uncino, riprendere a lavorare ad una velocità più alta (2-3) per altri 10 minuti, fino a quando l’impasto non sarà ben liscio e incordato.
  • Trasferire l’impasto in una ciotola leggermente unta di olio, coprire con pellicola alimentare, e lasciar lievitare in luogo caldo, a riparo da correnti d’aria, fino al suo raddoppio. Ci vorranno circa 2 ore.
    (Io lascio sempre lievitare in forno spento con la sola luce accesa)
  • Formare l’effetto gomitolo
  • Una volta raddoppiato il suo volume, trasferire l’impasto sul piano lavoro, sgonfiarlo delicatamente con i polpastrelli, quindi dividere in 5 parti uguali.
  • Chiudere ogni pezzo ritagliato portando verso il centro le estremità, formando quindi delle palline.
    Pirlare ogni pallina facendola roteare sul piano lavoro.
    Lasciar riposare per 10 minuti.
  • Stendere una pallina alla volta dando una forma ovale.
    Incidere la metà superiore dell’ovale con un tarocco formando sottili frange.
  • Nella pasrte inferiore dell’ovale (quella senza le frange), distribuire della Fiordifrutta lamponi Rigoni di Asiago (1 cucchiaino circa) e una mora.
  • Chiudere i bordi laterali inferiori dell’ovale (per trattenere al loro interno la confettura ed il frutto) sigillandoli con le dita.
    Una volta sigillati, arrotolare l’ovale fino ad arrivare all’estremità superiore con le frange.
  • Stendere ad ovale, ritagliare le frange, farcire e richiudere allo stesso modo tutte le palline.
    Si otterranno quindi 5 rotolini.
  • Oliare lo stampo, disporre il foglio di carta forno sul fondo dello stampo e oliare anch’esso.
  • Disporre i cinque rotoli nella teglia, uno accanto all’altro, a formare una fila lungo la parete della teglia.
  • Coprire con pellicola alimentare e lasciar lievitare fino al raddoppio (circa 1 ora), sempre in luogo caldo e al riparo da correnti d’aria.
  • Cottura della brioche
  • Una volta raddoppiato di volume, riprendere la teglia e spennellare la brioche con il latte vegetale.
  • Cuocere in forno statico già caldo, a 170°C per 20 minuti circa, nella parte centrale del forno.
  • Prima di sfornare, fare sempre la prova stecchino che deve risultare asciutto, altrimenti proseguire la cottura di qualche altro minuto.
    (I tempi di cottura possono variare in base alla potenza del prorpio elettrodomestico)
  • Una volta ottenuta la giusta cottura, sfornare, rimuovere la brioche dalla teglia e lasciar raffreddare completamente su una gratella.

3 Commenti

    • Grazie mille Terry!
      Si, come dicevo infatti ha spopolato sul web! Mancavo forse so io all’appello 😂
      Son curiosa di provare a farla in versione salata!

      0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.