Bruschetta della Valle

Bruschetta della Valle

+3

La bruschetta della Valle è una bruschetta preparata con pane di segale integrale, che racchiude alcuni dei sapori tipici della Valle d’Aosta (da cui la bruschetta stessa prende il nome) come mele, miele ed il prosciutto.

La bruschetta, si sa, è la regina degli antipasti sia invernali che estivi, un piatto rustico di origine contadina, che si presta ad accogliere mille condimenti diversi.

E sono proprio le bruschette estive le protagoniste dell’appuntamento odierno della Rubrica l’Italia nel piatto: da Nord a Sud (isole comprese) le proposte della tradizione regione per regione, oppure dando spazio alla propria fantasia per preparare una bruschetta con ingredienti tipici della regione che si va a rappresentare.

La bruschetta della Valle … d’Aosta

Come ormai già sapete, tramite questa Rubrica son diveuta l’ambasciatrice della gastronomia valdostana, un arduo compito che mi porta ogni mese a scoprire in prima persona prodotti tipici del territorio, combinazioni di sapori nuovi, piatti legati a particolari tradizioni e/o costumi.

Non sempre riesco a reperire i prodotti tipici della Valle d’Aosta, ed alcuni restano a me ignoti fino a quando non tornerò in veste da turista in questa piccolissima e lontanissima (da me) regione italiana.

I sapori valdostani

Ma il percorso formativo affrontato fin’oggi, mi ha portato a scoprire abbinamenti particolari che apprezzo moltissimo, non solo io, ma tutti in famiglia; uno di questi è l’utilizzo della mela nelle ricette salate come, ad esempio, la frittata alpina o le mini tortine salate alle mele e speck.

La varietà di meta tipica valdostana è la mela renetta, una produzione che va dal tardo autunno fino a maggio, ma disponibile in commercio durante tutto l’anno.

Non solo, anche il pane di segale è diventato una variante sempre più presente sulla nostra tavola.

Caratterizzato da un colore molto scuro, il pane di segale, detto anche pane nero (o pan ner), è un alimento molto energetico, dall’ elevato contenuto di fibre, ricco di sali minerali e vitamine, consumato principalmente nei paesi nordici.

Questo pane diventa spesso l’ingrediente principale di altre preparazioni come gli gnocchi di pane nero o gli involtini di verza con pane nero.

E’ un pane caratteristico della Valle d’Aosta, le cui piantagioni di segale caratterizzano tutto il paesaggio montano della regione. Maggiori informazioni e curiosità sull’argomento le puoi trovare nel mio artciolo La tradizione del pane nero in Valle d’Aosta.

Per quanto riguarda il prosciutto, i due prosciutti tipici e più rimonati della regione, considerati come “prodotto da amatore”, sono il prosciutto di Bosses ed il prosciutto di Saint-Marcel. Qui puoi trovare qualche informzione in più su questi due varietà di prosciutto.

Non avendo modo di reperire del prosciutto Bosses o Saint Marcel, per la ricetta ho utilizzato del comune speck.

Anche il miele è un prodotto che ha una lunga storia! Parliamo del miele del Monte Rosa, che già nell’Ottocento era prodotto e distribuito in larga scala, molto apprezzato e rischiesto per le sue qualità e varietà (rododendro, castagno e millefiori).

La ricetta

Dall’unione di questi sapori, nascono le mie bruschette. Semplici da preparare, ricche di contrasti di sapori e consistenze, molto gustose.

Dopo aver spennellato un lato della fetta di pane nero con dell’olio, la si fa tostare sul tostapane o sulla griglia insieme alla mela tagliata a fette tonde, il porro (anch’esso a rondelle) e alle fette di proscitto così da renderle croccanti ed esaltarne la sapidità.

A completare la bruschetta, delle foglioline di origano fresco e un poco di miele millefiori che ne dona note dolci, intense e profumo.

La bruschetta della Valle è ottima servita calda, appena preparata, ma è perfetta e gustosa anche servita tiepida.

Per la mia bruschetta ho utilizzato un pane integrale di segale, frumento e avena con semi misti, per ottenere un sapore più rustico e particolare. Si può acquistare il pane di segale che più si preferisce, oppure scegliere di preparare in casa il pane nero o un pane di segale simil Landbrot.

Come spesso sottolineato nelle mie ricette sulla gastronomia valdostana, quest’ultime si basano su prodotti del territorio e sono (pertanto) poverissime di condimenti a base di olio di oliva. Quest’ultimo viene sostituito con il lardo e/o altri prodotti quali (ad esempio) del burro prodotto dal latte degli allevamenti d’alta montagna.

L’utilizzo di un buon burro al posto dell’olio di oliva renderebbe la bruschetta più ricca di gusto, ma non rientrerebbe nel mio regime alimentare “dairy free”. Pertanto, ecco una bruschetta perfettamente idonea per esser consumata da chi ha allergia al latte e derivati del latte, pur mantenendo i sapori tipici della Valle.

Non avendo invece alcuna necessità di privarsi di suddetti alimenti, una variante molto gustosa alla bruschetta della Valle possono essere i panini ai sapori della Valle, per combinare e gustare altri sapori tipici della regione.

Bruschetta della Valle

Recipe by Sabrina PignataroCourse: Antipasti, Bruschette, Snack, Merenda, Piatto unico, AppetizersCuisine: italiana, Dairy freeDifficulty: facile
Servings

2

servings
Prep time

10

minutes
Cooking time

10

minutes
Total time

20

minutes

La bruschetta della Valle è una bruschetta preparata con pane di segale integrale, che racchiude alcuni dei sapori tipici della Valle d’Aosta (da cui la bruschetta stessa prende il nome) come mele, prosciutto e miele.
Ottima servita calda, appena preparata sulla griglia o su un semplice tostapane, ma è perfetta e gustosa anche servita tiepida.
Perfetta come antipasto nonchè come pasto unico delicato e ricco di gusto.

Ingredients

  • 4 fette di prosciutto tipo Speck

  • 4 fette di mela bio (preferibilmente tipo renetta)

  • 2 fette di pane integrale di segale

  • foglie di origano fresco q.b.

  • miele di millefiori q.b.

  • olio extra vergine di oliva q.b.

  • porro q.b.

Directions

  • Spennellare da un solo lato le fette di pane, quindi tostarle adagiandolo sulla griglia (o sulla piastra del tostapane) dal lato oliato.
    Lasciar tostare bene le fette di pane.
  • Nel frattempo lavare e tamponare la mela, tagliare a fette dallo spessore di circa 3 mm, mantenendo la buccia.
    Eliminare dalle fette di mela la parte centrale dei semi.
  • Mondare, lavare e tamponare accuratamente il porro, quindi tagliare a rondelle sottili.
  • Disporre sulla griglia anche le fette di mela e le rondelle di posso Fino a quando non risultano cotte (circa 4-5 minuti)
  • Trasferire le fette di pane tostato nel piatto da portata, con il lato oliato rivolto verso l’alto.
  • Disporre sulle fette di pane le mele ormai cotte e sopra le rondelle di porro.
  • Sempre sulla grigia (o sulla piastra del tostapane) disporre le fette di prosciutto e far si che diventi croccante ma non troppo secco.
  • Adagiare le fette croccanti di prosciutto sulle bruschette, distribuire delle foglioline di origano e del miele.
  • Servire subito.

Notes

  • Per esaltare il sapore delicato e dolce delle bruchette, distribuire in superficie dei fiocchi di sale.

Vediamo insieme le bruschette delle altre regioni

Valle d’Aosta: Bruschetta della Valle
Piemonte: Bruschette con Robiola, Zucchine, Datterini e Pesto di basilico e prezzemolo
Liguria: Bruschette genovesi
Lombardia: Bruschetta al gorgonzola, pesche e noci
Trentino-Alto Adige: Bruschette di montagna
Veneto: Bruschetta con prosciutto Veneto DOP, robiola e fichi carammelati al miele con pino mugo
Friuli-Venezia Giulia: non partecipa
Emilia-Romagna: Bruschette emiliane e romagnole
Toscana: Fettunta e dintorni
Marche: Bruschetta con paté di oliva tenera ascolano e tonno
Umbria: Bruschette umbre, la ricetta della tradizione e due varianti
Lazio: Bruschette senza tempo
Abruzzo: Bruschette in Abruzzo
Molise: Bruschetta molisana peperoni peperoncino e uova
Campania: Tris di bruschette ai sapori campani
Puglia: La bruschetta in Puglia
Basilicata: Bruschette ai peperoni, sapori lucani
Calabria: Bruschetta ai sapori di Calabria
Sicilia: Bruschetta con Melanzane Grigliate e Pomodori Costoluti di Pachino
Sardegna: Bruschette alla sarda

L’ Italia nel piatto: seguici anche su facebook e su instagram

Articoli correlati:


Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se hai domande, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, se hai delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Menziona @delizieeconfidenze e tag #delizieeconfidenze.

Se ti è piaciuta questa ricetta, lascia una recensione positiva, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.

11 Commenti

  1. Sfiziosissime queste bruschette, incontrano proprio i miei gusti. Adoro i contrasti di sapore: miele, mela, prosciutto e porri devono essere divini insieme per le mie papille gustative. Mi piace l’idea di tostare tutto, comprese le mele, cosa che non ho mai fatto.
    Un caldo saluto. Spero di ritornare più attiva al più presto. Bacioni e buone vacanze.

    0
  2. Io ci andrei a nozze con queste bruschette. Mangerei bruschette dalla mattina alla sera 😉 l’abbinamento di questi sapori ti trasporta sicuramente in una bella baita fresca nel mezzo della montagna

    0
  3. Sapori molto simili nelle nostre regioni, la renetta è una delle mele che nel salato riesce a regalare un sapore meraviglioso. Il pane poi ……… si mi piace tutto della tua bruschetta!!!
    Ciao e buone vacanze

    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.