crostata

Crostata con confettura al sambuco e fiori di sambuco (con frolla all’olio)

La crostata con confettura al sambuco e fiori di sambuco è un dolce rustico, dal sapore intenso, vellutato e avvolgente.

E’ una crostata semplice da preparare e, grazie alla frolla all’olio, veloce poichè non richiede tempi di riposo della pasta.

Un dolce dall’aspetto e dal sapore rustico, che ricorda le crostate della nonna e quei dolci fatti in casa che sanno di buono, di famiglia, di calore, di domenica e di festa.

Vai alla ricetta

Pasta frolla all’olio

La pasta frolla all’olio è facile e veloce da preparare: pochi semplici ingredienti per una pasta senza burro friabile e che non si spezza.

E’ un impasto base perfetto per realizzare crostate e biscotti vari, leggera e delicata, più o meno rustica in base alla farina utilizzata (più o meno raffinata).

La frolla all’olio si lavora facilmente e non si spezza mentre viene stesa al mattarello, e non necessita di riposo in frigorifro.

L’assenza di burro rende questa pasta una base ideale per gli allergici al latte e derivati o gli intolleranti al lattosio.

E’ una frolla leggera, morbida al punto giusto, modellabile, non si appiccica alle mani ed è perfetta per crostate e biscotti friabili e dorati.

Perfetta per preparare crostate da farcire conc reme varie, marmellate o confetture.

Fiordifrutta sambuco e fiori di sambuco

Per la mia crostata ho scelto una confettura speciale, dal sapore delicato ed avvolgente e dal colore intenso e profondo: la Fiordifrutta sambuco e fiori di sambuco Rigoni di Asiago.

Una prodotto naturale realizzato con bacche di sambuco biologiche, impreziosito con estratto di fiori di sambuco bio, che sprigiona note profumate e inconfondibili.

Le bacche di sambuco sono ricche di minerali e di vitamina A, mentre i fiori sono conosciuti per le loro proprietà depurative.

Confettura senza zuccheri aggiunti

Come tutti i prodotti Rigoni di Asiago, anche la Fiordifrutta sambuco e fiori di sambuco è una confettura senza zuccheri aggiunti se non il solo succo di mela, per garantire e preservare tutta la qualità e la particolarità delle bacche e fiori di sambuco.

Un prodotto naturale, preparato con il 100% da frutta biologica, liscia, cremosissima e dal gusto unico del sambuco, perfetto per crostate e dolci vari.

Silenzio, farina e zucchero…

Le mie giornate iniziano presto, quando dalle finestre entra una leggera luce mattutina e tutta la casa dorme ancora avvolta da silenzio e pace.

Amo questo momento della giornata, vivere questa parentesi di solitudine in cucina per prendermi i miei tempi, immergere le mani nella farina e negli altri ingredienti.

Un regalo per me e per i miei cari che coccolo lasicandoli svegliare nel profumo di un dolce appena sfornato, in quelle note dolci e vanigliate…

E cosa c’è di meglio che iniziare la giornata con una sana colazione fatta in casa, insieme alla famiglia, con una crostata appena tiepida, fatta con le proprie mani?

Poco importa se l’aspetto estetico non è dei migliori, o se qualche decoro è stato inondado dalla confettura durante la cottura! E’ quel momento la cosa più importante…

… eh si, anche la bontà della crostata!

Crostata con confettura al sambuco e fiori di sambuco (con frolla all’olio)

5 from 1 vote
Recipe by Sabrina Pignataro Course: dolci, crostate, dessert, colazione, merenda, dolci da credenza, Pasta frolla, Pasta frolla all’olioCuisine: dairy free, cucina italiana, vegetarianaDifficulty: Facile
Servings

4

servings
Prep time

30

minutes
Cooking time

40

minutes
Total time

1

hour 

10

minutes

La crostata con confettura al sambuco e fiori di sambuco è un dolce rustico, dal sapore intenso, vellutato e avvolgente.
E’ una crostata semplice da preparare e, grazie alla frolla all’olio, veloce poichè non richiede tempi di riposo della pasta.
Un dolce dall’aspetto e dal sapore rustico, che ricorda le crostate della nonna e quei dolci fatti in casa che sanno di buono, di famiglia, di calore, di domenica e di festa.

Ingredients

  • Per uno stampo Ø 18- 20 cm
  • 280 gr di farina tipo “1”
    + necessario per piano lavoro

  • 100 gr di zucchero semolato

  • 80 gr di olio di semi di girasole

  • 1 uovo intero di media grandezza

  • 1 tuorlo d’uovo di media grandezza

  • 1 pizzico di sale

  • la buccia grattugiata di un limone bio

  • Fiordifrutta sambuco e fiori di sambuco Rigoni di Asiago

  • Per decorare (facoltativo)
  • pinoli q.b.

  • cramberries essiccati q.b.

  • zucchero a velo q.b.

  • Per spennellare
  • 1 albume

  • 20 gr di zucchero semolato

Directions

  • in una ciotola unire tutti gli ingredienti ad eccezione della farina. Iniziare ad amalgamare con una forchetta, ed incorporare poca farina alla volta, fino ad ottenere un composto denso.
  • Trasferire il composto sul piano lavoro e incorporare la restante farina. Lavorare a mano fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo, che non si attacca alle mani.
  • La pasta frolla all’olio è pronta all’uso, e non necessita di riposo in frigorifero.
  • Infarinare leggermente il piano lavoro, dividere il panetto di frolla all’olio a metà, e stenderne metà con il mattarello, ad uno spessore di mezzo centimetro circa.
  • Oliare ed infarinare bene lo stampo, quindi avvolgere la frolla sul matterello e srotolarla adagiandola nello stampo.
  • Passare il mattarello sui bordi così da pareggiarli ed eliminare la frolla in eccesso. In alternativa, tagliare la frolla in eccesso con un coltello.
  • Con i rebbi di una forchetta forare la base della crostata, poi versare la Fiordifrutta sambuco e fiori di sambuco Rigoni di Asiago.
    Livellare accuratamente la superficie.
  • Infarinare leggermente il piano lavoro e stendere la metà della frolla tenuta da parte.
    Con il taglia pasta liscio o dentellato ricavare delle strisce lunghe da diversi spessori.
    Utilizzare degli stampini per ritagliare dei fiori e delle farfalle (facoltativo)
  • Utilizzare queste strisce per decorare la crostata formando la classica gratella o creando un gioco di alternanze.
    Decorare aggiungendo i fiori e le farfalle.
  • Preparare il composto per spennellare la superficie della frolla:
    in un bricco sbattere con la forchetta l’albume tenuto da parte e unirvi lo zucchero semolato.
    Si otterrà un composto chiaro e spumoso.
  • Spennellare i bordi ed i decori della crostata con il composto di albume e zucchero.
  • Decorare le farfarre ggiungendo al centro di ognuna un pinolo.
    Aggiungere un cramberry al centro di ogni fiore.
    Questo ulteriore decoro è facoltativo.
  • Cottura della crostata
  • preriscaldare il forno a 170°C in modalità ventilata. Raggiunta la temperatura, infornare la crostata glassata e lasciar cuocere per 40 minuti, fino a quando la glassa inizia a colararsi.


    Se il proprio forno non ha la modalità ventilata, cuocere la crostata in modalità statica a 180°C, sempre per 30-35 minuti.
  • Lasciar raffreddare completamente prima di sformare la crostata e tagliare.
  • Decorare
  • Si può scegliere se decorare o meno la crostata spolverando i bordi con dello zucchero a velo, oppure lasciarla in semplicità.

Recipe Video

Notes

  • Questa crostata è perfetta se preparata il giorno prima così che il ripieno si fermi, e al taglio la confettura non scivola via.

Per altre ricette con i prodotti della linea Fiordifrutta Rigoni di Asiago, segui gli hashtag #Fiordifrutta #RigonidiAsiago #LaNaturaNelCuore #RigoniaTavola

*ADV

Seguimi anche su Instagram per non perdere novità e ricette.

Conservazione

La crostata si conserva per diversi giorni se tenuta chiussa sotto una campana di vetro a temperatura ambiente.

Può esser anche congelata (già pronta, cruda o la sola frolla cruda) per un massimo di 2 mesi, chiusa in un apposito sacchetto per congelatore.

Alcune varianti per una pasta frolla sempre deliziosa e adatta a tutti


. Farina: utilizzare la farina che più si preferisce, scegliendo una miscela gluten free in caso di celiachia.

Io ho scelto di utilizzare una farina tipo “1” macinata a pietra, una farina meno raffinata rispetto la comune “00” (generalmente più utilizzata per dolci). Questa farina contiene un maggiore quantitativo di crusca e germe del grano, le parti più ricche di sostanze nutritive. Ciò la rende però meno raffinata e impalpabile, ma dona alle ricette non solo un aspetto più rustico, ma anche aromi e sapore in più.

Nel caso di farine di frumento integrali molto dure, è opportuno aggiungere del liquido (ad esempio del latte vegetale o della semplice acqua) per avere un impasto altrettanto morbido e modellabile.

. Zucchero: si può utilizzare lo zucchero che più si preferisce, tra lo zucchero di canna grezzo integrale, lo zucchero di cocco o lo zucchero semolato.

Lo zuccheros emolato assorbe di più i liquidi rispetto agli altri zuccheri, e dona più croccantezza alla frolla.

Per una frolla più profumata e ambrata, lo zucchero grezzo di cocco è l’ideale: si avrà una profumazione più intensa e dolce ed un colore più ambrato della pasta. Il sapore sarà leggermente meno dolce mantenendo le stesse quantità indicate nella ricetta.

Anche il miele può essere un’alternativa allo zucchero, che dona più doratura alla frolla, ma (avendo una quantità elevata di fruttosio, assorbendo così molti liquidi) il prodotto finale risulta poco friabile o croccante, a volte quasi “gommoso”.

. Olio: di semi di girasole, di arachide, di semi vari, di oliva. Anche qui la scelta può variare in base alle proprie preferenze.

In caso si preferisca un olio di oliva, consiglio di utilizare un olio dal sapore delicato, con poca acidità, per non dominare il sapore e l’aroma degli altri ingredienti.

. Uova: se necessario, possono esser omesse sostituendole con un mix realizzato con fecola di patate e yogurt al naturale, anche vegetale (circa 130 gr di yogurt con 2 cucchiai di fecola). In alternativa, aggiungere dell’acqua all’impasto (circa 70-80 gr).

Quando si aggiungono le uova alla pasta frolla è bene ricordare che se si utilizzano uova intere si avrà un impasto più morbido, al contrario, se si utilizzano solo i tuorli, si otterrà un impasto più friabile. In caso di soli albumi, l’impasto risulterà più elastico.

. Confettura: è possibile scegliere tra diverse confetture di frutta naturali e biologiche tra la linea Fiordifrutta Rigoni di Asiago.

. Buccia di limone: dona ai dolci un profumo unico, fresco e vivace, che si abbina perfettamente a qualsiasi ripieno si scelga per la propria crostata (sia creme che frutta). Sceglire sempre un limone biologico, non trattato.

Si può sostituire con la vaniglia o dell’estratto di vaniglia, con della buccia grattugiata di arancia (anch’essa biologica), o spezie a piacere.

Per un gusto più audage, aggiungere all’impasto un cucchiaio di liquore marsalato.

. Sale: aggiungere un pizzico di sale agli impasti dolci aiuta ad esaltarne le note dolci.

. Albume e zucchero per spennellare: questo composto non luciderà la frolla, ma permetterà alla cottura di creare una crostivina croccante e fragrante.

Per lucidare la pasta invece, si può spennellare con del latte (anche vegetale), oppure con un tuorlo sbatturo, o in alternativa utilizzare un composto di olio e zucchero.


Potrebbero interessarti anche:


Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se hai domande, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, se hai delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Menziona @delizieeconfidenze e tag #delizieeconfidenze.

Se ti è piaciuta questa ricetta, lascia una recensione positiva, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.