Fettuccine al ragù d'agnello

Fettuccine al ragù d’agnello

Le fettuccine al ragù d’agnello sono un primo piatto ricco e gustoso, un piatto diffuso in tutto il territorio italiano, perfetto per i menù di festa e le occasioni speciali.

Un piatto della nostra tradizione, dove la pasta all’uovo (fresca o confezionata) si lascia avvolgere dal ragù di agnello, un condimento delicato e saporito al contempo, semplice da preparare.

Vai alla ricetta

I ragù regionali

Questo il tema del nostro appuntamento con la Rubrica L’Italia nel piatto, che torna dopo la pausa estiva, con una carellata dei ragù tipici preparati nelle nostre varie Regioni.

Troviamo ragù di carne, binchi o con il pomodoro, più o meno simili a volte ma con quella piccola variazione che ne cambia sapore e profumo. Insomma, le ricette tradizionali e di famiglia del condimento d’eccellenza per i nostri primi piatti di pasta: il ragù!

Torno quindi a parlare della Valle d’Aosta e a proporvi uno dei tanti gustosi piatti valdostani: le fettuccine al ragù d’agnello.

“Paese che vai, usanza che trovi”.

Quante volte lo abbiamo sentito dire? Ogni regione, anzi, ogni paese ha le proprie specialità, le proprie tradizioni, le proprie eccellenze.

E seppur vero quanto sopra, una ricetta che ritrovo un pò in tutte le regioni è proprio lui: il ragù d’agnello.

Le carni in Valle d’Aosta

Come sottolineato negli altri appuntamenti della Rubrica, quella della Valle d’Aosta è una cucina tipicamente montanara, incentrata sui prodotti locali derivati dall’alpeggio, dalla lavorazione e conservazione delle carni e degli altri prodotti di loro produzione.

Nonostante ciò, il consumo di carni e selvaggina è stato limitato in passato a causa delle difficoltà nella sua conservazione; motivo per il quale veniva più frequentemente consumata nel periodo invernale, quando le basse temperature rendevano più facile macellare, lavorare le carni e procedere alla loro conservazione.

Tra le carni più comunemente in uso nella Valle troviamo la selvaggina, sia quella di pelo (come lepri, ghiri, mermotte, camosci e stambecchi), che quella di piuma (come galli di monte, pernici e atri volatili).

La scelta dell’agnello

Visti i km che mi separano dalla bella Valle d’Aosta, e vista la difficoltà (per alcune carni si parla di impossibilità) di reperire carni più tipiche del loro territorio alpino, la mia scelta è ricaduta sull’agnello, una carne facilmente reperibile anche qui nel Lazio.

Come per altre ricette valdostane, anche questa è tratta dal libro “La cucina della Valle d’Aosta”.

Il ragù d’agnello

Un condimento principalmente utilizzato per i giorni di festa, per arricchire con sapore e delicatezza i primi piatti di pasta fresca fatta in casa.

Il macinato d’agnello non è semplice da trovare in commercio, salvo se si ha un macellaio di fiducia che ce ne prepara su richiesta. Più semplice tagliare a coltello la polpa di agnello , particolarità questa che rende questo ragù più “rustico”: la carne tagliata a coltello resta più grossolana, non proprio precisa e regolare.

La parte migliore da utilizzare è la polpa della coscia, facile da dissossare e così tenera da assorbire gli aromi delle spezie impiegate nella preparazione del ragù, così da esaltare il sapore del piatto finito.

Il ragù delle feste pasquali

E’ un ragù questo principalmente utilizzato per condire i primi piatti delle feste pasquali, periodo in cui sono più frequenti le nascite nel gregge.

L’agnello è il piccolo della pecora, che ha meno di un anno di età, la cui carne è più tenera e delicata, ed ha il sentore del latte.

Superato l’anno di età, il nome varia in abbacchio (per distinguere le due differenti carni) l’animale inizia a brucare e quel sentore di latte va a scemare, la carne risulta più scura e dal sapore più intenso.

Per un buon ragù d’agnello, meglio optare per la carne “da latte” dell’esemplare più giovane.

Così come per le altre carni al sugo, anche quella d’agnello può diventare un secondo piatto gustoso che completa il pranzo.

Consigli per un ottimo ragù d’agnello

Per un risultato eccellente del ragù, scegliere la carne più delicata, ossia la carne da latte (l’agnello apputo e non l’abbacchio).

Assicurarsi che il taglio non sia troppo magro e che sia stato ben dissossato.

Per evitare che la carne d’agnello indurisca, cuocerla a fuoco lento, aggiungendo del brodo per mantenerla sempre umida (nel caso di ragù bianco ma anche se la passata di pomodoro dovesse asciugarsi troppo).

La passata di pomodoro può esser sostituita da pomodoro fresco a pezzetti.

Per un ragù bianco d’agnello i tempi di cottura sono dimezzati, e per rendere il condimento più gustoso, suggerisco un classico soffritto (carota, sedano, cipolla) e l’aggiunta di qualche bacca di ginepro.

Il ragù d’agnello si può preparare anche in anticipo e conservarlo in frigorifero in un contenitore chiuso con coperchio: si conserva fino a 2-3 giorni come appena preparato.

La pasta

Che sia pasta all’uovo o meno, che sia fresca o confezionata, qualsiasi formato di pasta è idonea ad accogliere un saporito ragù fatto in casa.

Come da ricetta valdostana, sono le fettuccine il formato di pasta che si lascia condire magnificamente da questo gustoso ragù.

Ho scelto di utilizzare delle fettuccine all’uovo secche, ma è possibile utilizzare le fettuccine all’uovo fresche in grado di assorbire più sugo e regalare maggior sapore al palato .

Fettuccine al ragù d’agnello

0 from 0 votes
Recipe by Sabrina Pignataro Course: Sughi e salse, Ragù, Ragù d’agnelloCuisine: italianaDifficulty: facile
Servings

4

servings
Prep time

30

minutes
Cooking time

1

hour 
Total time

1

hour 

30

minutes

Le fettuccine al ragù d’agnello sono un primo piatto ricco e gustoso, un piatto diffuso in tutto il territorio italiano, perfetto per i menù di festa e le occasioni speciali.
Un piatto della nostra tradizione, dove la pasta all’uovo (fresca o confezionata) si lascia avvolgere dal ragù di agnello, un condimento delicato e saporito al contempo, semplice da preparare.

Ingredients

  • Per il ragù d’agnello
  • 400 gr di polpa d’agnello

  • 200 gr di pomodori pelati

  • 2 spicchi d’aglio

  • 2 foglie di alloro

  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva

  • 1 bicchiere di vino bianco

  • 1 mazzetto di prezzemolo fresco

  • brodo (se necessario)

  • sale q.b.

  • pepe q.b.

  • Per la pasta
  • 350 gr di fettuccine all’uovo (io secche)

  • formaggio grattugiato (facoltativo)

Directions

  • Preparare il ragù d’agnello
  • Tagliare 3/4 della polpa d’agnello a dadini minuscoli e la restante polpa a dadini più grandi.
  • Trasferire tutta la carne tagliata in un tegame con l’olio caldo e l’aglio intero, schiacciato, e lasciarla rosolare bene.
  • Prima che l’aglio prenda colore, bagnare tutto con il vino bianco e lasciar evaporare.
  • Una volta evaporato il vino, unire l’alloro e la passata di pomodoro.
  • Salare, pepare, coprire e lasciar cuocere, su fiamma bassa, per circa 1 ora.
    Se durante la cottura il ragù dovesse restringersi troppo, allungare con un mestolo di brodo.
  • Ultimata la cottura, eliminare l’aglio e l’alloro.
    Cospargere il ragù con il prezzemolo tritato.
  • Preparare le fettuccine al ragù d’agnello
  • In una capiente pentola portare ad ebollizione abbondante acqua salata; quindi lessarvi la pasta per 5 minuti circa dalla ripresa del bollore dell’acqua.
  • Scolare la pasta al dente e versare in un piatto da portata grande, coprire con del ragù d’agnello e mescolare delicatamente.
  • Servire immediatamente aggiungendo del formaggio grattugiato (facoltativo).

Notes

  • Il ragù d’agnello si conserva in frigorifero per 2-3 giorni ben chiuso in un contenitore.

Scopriamo insieme le proposte delle altre Regioni:

Valle d’Aosta: Fettuccine al ragù d’agnello
Piemonte: Sugo d’Arrosto con Raviolini
Liguria: Sugo di magro simile al grasso
Lombardia: Ragù di pasta di salame
Trentino-Alto Adige: Ragù di Capriolo
Veneto: Paccheri al ragù di cortile alla padovana

Friuli-Venezia Giulia: non partecipa
Emilia-Romagna: Il ragù matto
Toscana: Sugo di carne con i fegatini
Marche: non partecipa
Umbria: Sugo di cinghiale
Lazio: Ragù di salsiccia e finocchietto selvatico
Abruzzo: Sagne al ragù di pecora: ricetta classica abruzzese
Molise: Ragù molisano con le braciole
Campania: Il ragù napoletano
Puglia: I pezzetti di cavallo
Basilicata: Sugo di carne d’agnello

Calabria:Ragù con la carne di capra
Sicilia: Cannelloni di Melanzana al Ragù Siciliano
Sardegna: Su Ghisadu


Potrebbero interessarti anche:


Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se hai domande, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, se hai delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Menziona @delizieeconfidenze e tag #delizieeconfidenze.

Se ti è piaciuta questa ricetta, lascia una recensione positiva, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.

21 Commenti

    • A chi lo dici! Poi le fettuccine al sugo sono un must!
      Anche se il mio ha più l’aspetto di un sugo che un ragù per lasciarlo più “morbido” e far insaporire bene la pasta di “sugo”.

  1. Qui la carne d’agnello non è facile da trovare, ma ho un macellaio che di solito è abituato alle mie richieste “poco comuni” se la trovo, preparo sicuramente il tuo ragù
    grazie

  2. Ottimo sugo, seguirò appena possibile la tua versione con la carne a tocchetti. Avendo un figlio a Londra sai che ogni volta che vado a trovarlo mi piace assaggiare l’hamburger di agnello al profumo di menta.

  3. Mai fatto il ragù di agnello, ma l’ho provato ed è buonissimo. Poi con la pasta fatta a mano il piatto diventa davvero strepitoso.
    Un bacione cara, spero tutto bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.