Cookies all’avena, mandorle e cacao

I cookies all’avena, mandorle e cacao sono dei biscotti friabili, dal colore caldo e profondo donato dal cacao e dal sapore intenso e aromatico delle gocce di cioccolato. E poi son buonissimi!

Realizzati con farine biologiche e cetificate senza glutine, senza l’utilizzo di burro e latte vaccino, questi biscotti sono ideali sia per i celiaci che per gli allergici al latte e dertivati del latte, nonchè per gli intolleranti al lattosio.

I cookies si preparano in pochi minuti, utilizzando una sola ciotola, un cucchiaio e/o una forchetta per mescolare gli ingredienti. Si possono lasciare semplici o decorarli in superficie utilizzando degli stampi a pressione.

Friabili e golosi, perfetti per ogni momento della giornata

Croccanti fuori ma soffici dentro, dal profumo inebriante del cacao e delle mandorle, tanto golosi grazie alle goccie di cioccolato fondente: questi cookies sono perfetti per ogni momento della giornata!

Ideali per una colazione energica e golosa, perfetti per la merenda da accompaganare ad una spremuta appena fatta, o per una pausa dolce da consumare insieme al tè o al caffè, ottimi anche come dessert a fine pasto da servrie insieme ad una coppetta di crema vegetale.

Senza lattici e senza glutine, veloci e semplici da preparare

La ricetta di questi biscotti è davvero molto semplcie e veloce da preparare, richiede solo pochi minuti per lavorare gli ingredienti, senza utilizzare fruste elettriche o planetarie, ma una semplice ciotola ed una forchetta ed i biscotti son pronti per la cottura in forno, anch’essa con tempi brevi.

La particolarità di questi cookies è che sono senza burro e senza latte, perfetti per chi ha intolleranza al lattosio o allergia alle proteine del latte. Inoltre sono senza glutine, perfetti per i celiaci.

La farina di avena

L’avena è un cereale coltivato in molte parti del mondo, molto diffuso ed utilizzato in cucina. Dal cereale si ricava la farina che si può trovare o bianca (raffinata), o integrale.

La farina di avena integrale si ricava dalla macinazione del seme integro del cereale, mentre la farina bianca si ottiene dalla macinazione del seme decorticato.

Ecco perchè nella farina integrale ritroviamo tutti i nutrienti del cereale, mantenendo quindi tutto il potere nutrizionale comprese fibre, vitamine e minerali.

Nella farina binca invece, il processo di raffinazione fa perdere al prodotto finale parte di quel potere nutrizionale di cui il cereale è ricco, in primis, la fibra.

Inoltre bisogna ricordare che il processo di raffinazione della farina fa si che il livello di glucosio nel sangue non resti stabile, provocando così una sensazione di fame poco dopo averla consumata.

E’ sempre meglio prediligere delle farine integrali, tranne per alcune preparazioni dolciarie in cui il “grezzo” della farina non è indicato alla buona riuscita della preparazione stessa.

Farina di avena: glutine si o no?

L’avena non contiene la gliadina, la proteina del glutine, ma ha una proteina simile (la avenina) che può provocare alcune reazioni allergiche agli intolleranti al glutine.

Ecco perchè l’AIC, Associazione Italiana Celiachia, consiglia di consumare prodotti all’avena solo se hanno esposto la certificazione “senza glutine”.

Tutt’ora però, il dibattito sull’argomento resta acceso mentre proseguoni ricerche e studi in merito al consumo di avena nei soggetti celiaci.

Farina di mandorle

La farina di mandorle si ottiene dalla macinazioen del frutto stesso sgusciato e pelato. E’ un alimento naturalmnete privo di glutine il cui impiego è largamente diffuso nella pasticceria grazie al suo gusto delicato e al suo aroma inconfondibile.

La farina di mandorle mantiene inalterate tutte le proprietà del frutto integro. A differenza delle altre farine di cereali, la farina di mandorle apporta più proteine che carboidrati, ottima fonte di magnesio e ferro, nochè di omega 3.

Il burro vegetale

Per i miei biscotti è possibile utilizzare della margarina vegetale senza olio di palma e senza grassi idrogenati (come dal video della preparzione dei biscotti), oppure utilizzare altro burro vegetale come il burro di cocco o, per accentuare le note mandorleate, usare del burro di mandorle appunto.

Dal frutto infatti si ottiene anche il burro di mandorle, facilmente realizzabile in casa frullando le mandorle stesse ed ottenendo così un composto cremoso, delizioso da utilizare come crema vellutata e spalmabile.

E’ possibile reperire burro di mandorle biologico anche in commercio, da poter utilizzare come sostituto al classico burro vaccino o alla margarina per la realizzazione di alcuni impasti base della pasticceria (come pasta frolla, brioche, torte e altri ancora) o da utilizzare per abbinamenti salati.

Il cacao amaro

Torno a parlarvi del cacao, un alimento straordianrio che fa bene al corpo ed anche alla mente!

Parliamo ovviamente di cacao amaro, in quanto l’unico a contenere un flavonoide che mantiene inalterate le sue proprietà antiossidanti.

Ricco di vitamine, minerali e carboidrati, il cacao è un ottimo energizzante ed antiossidante, in grado di contrastare i radicali liberi e rallentare l’invecchiamento delle celule.

Il cacao, o meglio, il cacao crudo (ossia le fave di cacao essiccate senza surriscaldamenti, che poi vengono polverizzate per ottenere del cacao crudo), è tra i superfood il più ricco di minerali, come calcio, ferro, fosforo e magnesio.

Forse la qualità che più si conosce del cacao è il suo alto potere antidepressivo.

Bisogna però anche ricordare che il cacao contiene la caffeina, anche se in percentuale decisamente indferiore rispetto al caffè. Per questo motivo, è bene limitarne il consumo in caso di assunzione di farmaci per l’asma e/o per l’ipertensione arteriosa. Infine è sconsigliato il consumo in caso di tachicardia.

Per altre proprietà del cacao e del cioccolato, ti invito a leggere gli articoli in cui questi alimenti son stati adoperati come, ad esempio, il risotto con il cacao o i cioccolatini fondenti.

Alcune varianti per dei dolcini sempre deliziosi e adatti a tutti

Farina: utilizzare la farina che più si preferisce, scegliendo una miscela gluten free in caso di celiachia. Io ho scelto di utilizzare un mix tra farina di avena bianca e farina di mandorle. In caso di farine di frumento integrali molto dure, è opportuno aggiungere del liquido in più per avere un impasto altrettanto liscio e morbido.

Farina di mandorle: si può utilizzare la farina di mandorle già pronta oppure frullare le mandorle (con pelle o meno) con un frullatore o un robot da cucina. E’ possibile personalizzare e variare il gusto dei biscotti aggiungendo o sostituendo le farine di frutta a guscio che più si peferiscono.

Lievito: si può utilizzare il bicarbonato come da ricetta, oppure optare per 6 gr di lievito in polvere per dolci (facendo attenzione in questo caso ad utilizzare un lievito gluten free), o ancora 8 gr di cremor tartaro.

Zucchero: si può utilizzare lo zucchero semolato o lo zucchero di canna grezzo integrale così come lo zucchero di cocco.

. Burro vegetale: quando non è possibile utilizzare burro vaccino, è possibile utilizzare il “burro” vegetale. Il più comune è la margarina, purchè sia priva di grassi idrogenati e di olio di palma. In commercio la scelta è molto ampia e si va dal burro di riso a quello di soia, dal burro di cocco a quello di mandorle o di altra frutta a guscio. In alternativa, si può utilizzare del semplice olio di oliva (se delicato) o di semi (ad esempio l’olio di girasole).

Sale: aggiungere un pizzico di sale agli impasti dolci aiuta ad esaltarne le note dolci.

Cookies all’avena, mandorle e cacao

0 from 0 votes
Recipe by Sabrina Pignataro Course: Biscotti, Cookies, Colazione, Merenda, DolciCuisine: Dairy free, Gluten freeDifficulty: Facile
Servings

4

servings
Prep time

10

minutes
Cooking time

10

minutes
Total time

20

minutes

I cookies all’avena, mandorle e cacao sono dei biscotti friabili, dal colore caldo e profondo donato dal cacao e dal sapore intenso e aromatico delle gocce di cioccolato. E poi son buonissimi!
Realizzati con farine biologiche e cetificate senza glutine, senza l’utilizzo di burro e latte vaccino, questi biscotti sono ideali sia per i celiaci che per gli allergici al latte e dertivati del latte, nonchè per gli intolleranti al lattosio.
I cookies si preparano in pochi minuti, utilizzando una sola ciotola, un cucchiaio e/o una forchetta per mescolare gli ingredienti. Si possono lasciare semplici o decorarli in superficie utilizzando degli stampi a pressione.

Ingredients

  • 150 gr farina di avena senza glutine (bianca)

  • 120 gr zucchero semolato

  • 50 gr farina di mandorle

  • 120 gr margarina vegetale senza olio di palma e senza grassi idrogenati
    (oppure 70 gr di burro di mandorle biologico)

  • 1/2 cucchiaino bicarbonato di sodio (ad uso alimentare)

  • 1 uovo di media grandezza

  • 1 pizzico sale fino

Directions

  • In una ciotola lavorare con una forchetta lo zucchero con il burro vegetale fino ad ottenere un composto cremoso.
  • Aggiungere un uovo ed amalgamarlo perfettamente al composto.
  • Unire ora le polveri: le due farine aggiunte poche alla volta, poi il cacao, il bicarbonato ed il pizzico di sale.
  • In ultimo aggiungere le gocce di cioccolato fondente (così da non scaldarle troppo lavorandole con le mani per impastare il composto).
    Lavorare velocemnete per farle incorporare al composto.
  • Rivestire una teglia con carta forno, inumidirsi le mani e prelevare poco composto alla volta: formare una polpetta, appiattirla leggermente e disporla sulla teglia.
  • Distanziare un pò tra loro i biscotti che cresceranno durante la cottura.
    Se si vogliono decorare in superficie, utilizzare degli stampini a pressione del decoro che si preferisce, oppure lasciarli così, semplici.
  • Cuocere i biscotti in forno preriscaldato a 180°C per 10 minuti.

    Il tempo di cottura varia se si realizzano dei biscotti molto grandi e spessi. Regolarsi con la doratura dei bordi: quando questi iniziano a colorare, spegnere il forno e lasciar i biscotti all’interno ma con lo sportello semi aperto, fino a completo raffreddamento.
  • Estrarre dal forno e lasciar asciugare i biscotti su una gratella così da far asciugare anche la base.

Recipe Video

Notes

  • I cookiea con avena, mandorle e cacao si mantengono friabili per diversi giorni se conservati in apposito contenitore portabiscotti o altro cntenitore chiuso.

Potrebbero interessarti anche:


Se ti piacciono le mie ricette ed i miei articoli, seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato.

Se hai domande, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, se hai delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Menziona @delizieeconfidenze e tag #delizieeconfidenze.

Se ti è piaciuta questa ricetta, lascia una recensione positiva, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments
Daniela
3 mesi fa

Favolosi, una vera delizia 🙂
Un bacio

trackback

[…] Cookies all’avena, mandorle e cacao Cookies alla zucca – Pumpkin’s Cookies Cookies con farina di canapa e cacao Barrette di riso soffiato e cioccolato fondente Biscotti alla frutta con miele e cioccolato Biscotti mela e avena (vegan, senza glutine, e senza zucchero) […]