Gold Rush

Gold Rush Cocktail

Il Gold Rush Cocktail è un drink molto semplice da preparare e da gustare, che regala emozioni diverse al palato a seconda delle sfumature naturali degli ingredienti utilizzati.

Composto da Bourbon Whisky, sciroppo di miele e succo di limone, questo drink è una rivisitazione del Whiskey Sour che prevede il miele al posto dello zucchero e l’assenza di albume (ingrediente invece presente nel drink originario).

Come accennato sopra, a seconda della scelta del bourbon da utilizzare, nonchè della varietà di miele, si determina colore, aroma e gusto del cocktail, creando sfumature differenti.

Mentre la scelta del wiskey determina il prfilo del drink (un whisky con una alta gratazione apporta carattere e gradazione alcolica più alta rispetto ad un whisky più morbido), anche la scelta del miele va a variare l’intensità di colore, aroma e sapore del drink.

La combinazione tra miele e il wiskey crea un risultato ricco e denso al palato, mentre l’aggiunta del succo di limone rende perfetta l’armonia e l’equilibrio tra gli ingredienti.

Per la corretta diluizione del cocktail sono fondamentali il ghiaccio e lo shaker.

La storia del Gold Rush Cocktail

La storia del Gold Rush Cocktail è recente: ci troviamo a Manatthan, nel leggendario locale Milk & Honey. Fu proprio il titolare del locale, Sasha Petraske che, dietro suggerimento dell’amico e socio in affari T.J.Siegal, preparò per la prima volta questo drink.

Sembra infatti che mentre S.Petraske fosse intento a preparare lo sciroppo di miele, T.J.Siegal suggerì all’amico di preparare un Wisky Sour utilizzando al posto dello zucchero proprio quello sciroppo di miele.

Il drink riscosse subito un successo così grande da diffondersi presto in tutti i bar del mondo.

La paternità del cocktail è attribuita proprio a Siegal, correva l’anno 2001.

Il cocktail

Pochissimi ingredienti, ben equilibrati tra loro, senza fronzoli: queste le caratteristiche che rendono speviale il Gold Rush Cocktail!

Un equilibrio perfetto tra la dolcezza del miele e l’acidità del limone che si fondono armonicamente con il gusto amaro del distillato di cereali (il whiskey).

La corretta proporzione per un cocktail perfetto è di 2 a 1 (2 parti di bourbon ed 1 parte di “honey mix”, sciropo di miele).

Sarà per questo perfetto equilibrio, tutto da sorseggiare, che la Giornata mondiale del whisky (17 maggio) e la Giornata mondiale delle api (20 maggio) son così vicine!

Per omaggiare le due ricorrenze, il Gold Rush è il drink perfetto!

Gold Rush Cocktail

5 from 1 vote
Recipe by Delizie u0026 Confidenze Course: Drinks, CocktailsCuisine: internazionaleDifficulty: facile
Servings

1

servings
Prep time

5

minutes

Il Gold Rush Cocktail è un drink molto semplice da preparare e da gustare, che regala emozioni diverse al palato a seconda delle sfumature naturali degli ingredienti utilizzati.

Composto da Bourbon Whisky, sciroppo di miele e succo di limone. A seconda della scelta del bourbon da utilizzare, nonchè della varietà di miele, si determina colore, aroma e gusto del cocktail, creando sfumature differenti.

La combinazione tra miele e il wiskey crea un risultato ricco e denso al palato, mentre l’aggiunta del succo di limone rende perfetta l’armonia e l’equilibrio tra gli ingredienti.

Per la corretta diluizione del cocktail sono fondamentali il ghiaccio e lo shaker.

Ingredients

  • 6 cl Bourbo Whisky

  • 3 cl Honey Mix

  • 2 cl succo di limone

  • q.b. cubetti di ghiaccio

Directions

  • Preparare l’honey mix
  • In un bricco versare il miele e l’acqua (a temperatura ambiente) in parti uguali.
  • Mescolare accuratamente fino a sciogliere il miele.
  • Preparare il cocktail
  • Spremere il succo di limone e filtrarlo.
  • Nello shaker mettere il ghiaccio, versare il succo di limone, il bourbone lo sciroppo di miele (honey mix).
  • Agitare accuratamente e vigorosamente per almeno 40 secondi per far si che gli ingredienti (il miele in particolar modo) si amalgamino bene tra loro ed il miele sia completamente sciolto.
  • Versare nel bicchiere e servire in semplicità o, al massimo, con la zesta di limone.

L’importanza delle api

In questi giorni ho condiviso diverse ricette col miele con lo scopo di toccare l’interesse di tutti nell’utilizzo di questo prodotto naturale.

L’obiettivo principale è stato portare all’attenzione non tanto l’importanza dle miele in cucina ( e non solo), ma di fare un persorso a ritrovo e risalire fino all’origine o, meglio, alle api.

Minacciate da pesticidi, riduzione del loro habitat, parassiti, monocolture e cambiamenti climatici, la vita di questi piccoli insetti è in serio pericolo. Con essa lo è anche l’ambiente, l’agricoltura, il cibo.

Quando si pensa alle api si pensa inevitabilmente al miele che producono, in raltà loro compiono un lavoro assai più grande: dall’impollinazione che fanno, dipende un terzo degli alimenti che noi consumiamo abitalemente e la produttività di molto più della metà delle nostre principali colture agricole.

Negli ultimo 10 anni si calcola una perdita di 10 milioni di alveari nel mondo, di cui solo 200 in Italia.

Cosa fare per aiutare le api

Mentre si cerca di vietare l’utilizzo in agricoltura di pesticidi che compromettono l’esistenza non soltando delle api ma di altri impollinatori naturali, anche nel nostro piccolo possiamo contribuire ad aiutare questi piccoli insetti.

Oltre alla firma di petizioni di Greenpeace contro l’uso di pesticidi, alle donazioni di Legambiente per salvare l’ape regina, è possibile adottare con 3Bee un alveare a distanza oppure regalare con Bee The Change un alveare a distanza. Oggi si ha la possibilità di adottare l’ape Polly che arriva con la sua casetta da sistemare nel nostro giardino.

Possiamo aiutare le api durante i loro spostamenti lasciando a loro disposizione (su terrazzi o nei giardini) dei piccoli recipienti con acqua e zucchero, così che le nostre piccole lavoratrici possano rifocillarsi, riprendere le forze con una breve pausa, e proseguire il loro lavoro.

E ricorda: l’ape non è pericolosa, non è nostra nemica, non ha interesse alcuno ad attaccare l’umano. Non ucciderla, infondo sta compiendo un enorme lavoro per il nostro bene e per l’ambiente, senza nemmeno saperlo!


Articoli correlati:

Tipi di miele: varietà e caratteristiche
Il miele: proprietà ed usi

Seguimi anche su Instagram per restare sempre aggiornato sugli ultimi articoli e ricette.

Per qualsiasi domanda, se vuoi chiedermi un consiglio su questa o altre ricette, per delle curiosità su come sostituire i latticini nella tua preparazione, scrivimi utilizzando il modulo che trovi qui.

Hai provato questa ricetta?
Condividila nei tuoi profili social e ricorda di menzionare @delizieeconfidenze e inserire il tag #delizieeconfidenze.

Poi lascia la recensione sulla ricetta, significa molto per me!

Grazie per il tuo sostegno!

Segui la mia pagina Facebook , Twitter,  Pinterest.
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments